Ultimo aggiornamento martedì, 13 Aprile 2021 - 20:53

Coronavirus, ospedale Spallanzani di Roma primo in Europa a isolare il virus

Salute
2 Febbraio 2020 12:42 Di redazione
4'

I virologi dell’Istituto Nazionale Malattie Infettive “Lazzaro Spallanzani“, a meno di 48 ore dalla diagnosi di positività per i primi due pazienti in Italia, sono riusciti a isolare il virus responsabile dell’infezione. Il team di ricercatori è primo in Europa con una scoperta rivoluzionaria. Avere a disposizione in modo così tempestivo il virus è un passo fondamentale, che permetterà di perfezionare i metodi diagnostici esistenti ed allestirne di nuovi. Questo è quanto ha comunicato l’ospedale con una nota.

La disponibilità nei laboratori del nuovo agente patogeno permetterà, inoltre, di studiare i meccanismi della malattia per lo sviluppo di cure e la messa a punto del vaccino. La sequenza parziale del virus isolato nei laboratori dello Spallanzani, denominato 2019-nCoV/Italy-INMI1, è stata già depositata nel database GenBank e a breve anche il virus sarà reso disponibile per la comunità scientifica internazionale.

LEGGI ANCHE: CHI SONO LE TRE RICERCATRICI CHE HANNO FATTO LA SCOPERTA

LEGGI ANCHE: I complimenti dalla Cina 

LEGGI ANCHE – Task force in Campania: 400 tra medici e infermieri

LEGGI ANCHE – E’ campano il giovane che ha scoperto l’RNA del Coronavirus

Maria Capobianchi, Direttore del laboratorio di Virologia dell’INMI, ha dichiarato: “Il risultato ottenuto oggi è il frutto del lavoro di squadra, della competenza e della passione dei virologi di questo Istituto, da anni in prima linea in tutte le emergenze sanitarie nel nostro Paese“. Giuseppe Ippolito, direttore scientifico dell’INMI, ha aggiunto: “L’isolamento del virus ci permetterà di migliorare la risposta all’emergenza CORONAVIRUS, di conoscere meglio i meccanismi dell’epidemia e di predisporre le misure piu’ appropriate“. “Il risultato ottenuto dai nostri virologi – ha concluso Marta Branca, direttore generale dell’INMI – è una ulteriore testimonianza dell’eccellenza scientifica dello Spallanzani, istituto dove la ricerca non è mai fine a se stessa, ma ha come obiettivo ultimo e concreto il miglioramento delle cure per i pazienti“. “Con l’isolamento del virus da parte dell’equipe di virologi dello Spallanzani si conferma l’assoluta qualità delle strutture sanitarie della nostra regione” cosi’ Alessio D’Amato, assessore alla sanità della Regione Lazio. “La grande professionalità dei nostri medici, biologi e ricercatori – ha concluso Roberto Speranza, Ministro della Saluteci fornisce ulteriori strumenti di contrasto per fronteggiare questa emergenza sanitaria, e conferma la qualità e l’efficienza del nostro Servizio Sanitario Nazionale su cui dobbiamo continuare ad investire”. 

Il ministro della Salute, Roberto Speranza, ha espresso grande soddisfazione per questa scoperta: “Esprimiamo grande soddisfazione. E’ in questi momenti che si capisce quanto conta avere un Ssn di qualità. Il Servizio sanitario nazionale italiano – ha aggiunto – è uno dei migliori del mondo e dobbiamo difenderlo con tutte le energie che abbiamo. Siamo qui per ringraziare medici infermieri e professionisti e tutti coloro che lavorano per reggerlo. Oggi da qui arriva una notizia importante e un punto di partenza. Siamo tra i primi al mondo – ha concluso Speranza – e mettiamo questa nostra conoscenza a disposizione di tutta la comunità scientifica del mondo. Questo testimonia la qualità del nostro Ssn, è una pietra preziosa“.

Anche il premier Giuseppe Conte ha espresso entusiasmo per il lavoro dello Spallanzani, in un tweet ha scritto: “Italia tra i primi Paesi al mondo ad aver isolato il #coronavirus. Una notizia importantissima per lo sviluppo delle cure. Un grande plauso a ricercatori e staff medico dello Spallanzani. Orgogliosi del nostro Servizio Sanitario Nazionale, tra i migliori a livello mondiale“.

4
Ultimo aggiornamento 12:42
LEGGI COMMENTI