Ultimo aggiornamento martedì, 13 novembre 2018 - 19:31

Rapina e spari in pub di Pianura, presi due minorenni: sono del clan Vigilia

Cronaca
8 novembre 2018 09:59 Di Ciro Cuozzo
3'

Sono due minorenni, legati al clan Vigilia di Soccavo, gli autori, insieme a una terza persona già arrestata lo scorso 24 luglio, dell’efferata rapina realizzata il 15 luglio scorso in un pub di Pianura, periferia occidentale di Napoli, dove nell’occasione il titolare venne ferito a colpi d’arma da fuoco dopo aver reagito alla richiesta dei banditi.

In mattinata gli agenti della sezione criminalità diffusa della Squadra Mobile di Napoli hanno dato esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal Gip presso il Tribunale per i Minorenni di Napoli su richiesta della locale Procura, nei confronti di due minori, gravemente indiziati di tentata rapina pluriaggravata, tentato omicidio e porto di arma da fuoco clandestina.

L’indagine, coordinata sia dalla Procura di Napoli che dalla Procura per i minorenni, è partita dopo la rapina consumata intorno all’una di notte del 15 luglio scorso, quando tre banditi, a bordo di uno scooter, fecero irruzione nel pub “Civico 42” di via Empedocle. Uno restò all’esterno con lo scooter acceso pronto a ripartire, gli altri due, con il volto coperto e armati di due pistole (probabilmente una a salve), dopo aver esploso alcuni colpi d’arma da fuoco verso l’ingresso del pub, si avvicinarono al titolare minacciandolo con l’arma di consegnare l’incasso della serata.

Una persona venne colpita al volto con il calcio della pistola mentre Andrea Mormile, il gestore del pub, reagì bloccando alle spalle uno dei due banditi, quello che impugnava una pistola di piccolo calibro. In seguito alla colluttazione, il rapinatore sparò ben quattro volte con i proiettili che raggiunsero Mormile due volte all’addome, una alla gamba e una al piede.

LEGGI ANCHE – Reagisce a rapina e rischia la vita: “Andrea sta bene, pensa già al panino del mese”

Sfumata la rapina, i due sono salirono a bordo dello scooter guidato dal complice, fuggendo a velocità sostenuta. Dopo l’arresto quasi immediato del pianurese Giuseppe Carro, 20 anni, nei confronti dei complici minorenni è stata avviata un’importante attività investigativa all’esito della quale sono stati acquisiti nei loro confronto importanti elementi probatori.

Gli autori della rapina – secondo quanto è emerso nelle indagini – sono contigui al clan Vigilia, egemone nel quartiere di Soccavo e con interessi anche a Pianura dopo il vuoto di potere (dal punto di vista criminale) creatosi dopo i numerosi arresti dei mesi scorsi.

3
Ultimo aggiornamento 09:59
LEGGI COMMENTI