Ultimo aggiornamento lunedì, 25 marzo 2019 - 01:44

Pino Daniele: la sua vecchia scuola nomina un’aula in suo ricordo

Voci di Napoli
10 Aprile 2016 13:56 Di Sveva Scalvenzi
3'

Pino Daniele avrà un’aula a suo nome nella sua vecchia scuola. L’Istituto statale d’istruzione superiore Elena Di Savoia -Diaz di Napoli, il liceo frequentato dal cantante, ha deciso di nominare una stanza dell’edificio a suo nome per ricordarlo. Martedì 12 aprile alle ore 11,00 nella sede Diaz, che si trova in Via dei Tribunali, ci sarà la cerimonia d’inaugurazione a cui parteciperà il sindaco Luigi De Magistris. Gli alunni per l’occasione intoneranno alcune canzoni dell’artista. Un altro omaggio al musicista napoletano, il cui ricordo, nonostante sia scomparso un anno fa, è ancora vivo nella sua città.

Pino Daniele frequentò quell’Istituto superiore dal 1969 al 1975.  Come si legge in una nota diramata dal sito Ansa, gli organizzatori dell’iniziativa hanno spiegato il motivo per il quale hanno deciso di rendere omaggio al cantante napoletano con un’aula in suo ricordo: “Il desiderio di ricordare in qualche modo il nostro alunno, nasce dal forte legame che unisce questa Scuola al territorio. É come se l’idea di dedicargli un’aula venisse dal quartiere che l’ha conosciuto come ragazzo prima ancora che come artista”.

Pino Daniele: tanti gli omaggi che Napoli ha voluto dedicargli dopo la sua scomparsa

L’aula che porterà il nome di Pino Daniele non è l’unica iniziativa nata in suo ricordo. Dalla sua morte Napoli gli ha dedicato moltissimi omaggi. Il Comune di Napoli ha fondato una sala di registrazione a suo nome. Un’iniziativa totalmente benefica, questo spazio, infatti, è destinato a chi ha il sogno di cantare, ma non ha le possibilità e i mezzi per cominciare. Lo studio di registrazione è stato creato a Pianura e vuole essere un aiuto per tutti quei giovani che desiderano intraprendere la carriera musicale.

Moltissime iniziative sono partite da singoli cittadini, piccoli artigiani che hanno creato qualcosa in ricordo del cantante. Tra queste c’è l’omaggio di Mario Talarico, storico artigiano napoletano degli ombrelli, che ne ha creato uno in ricordo di Pino Daniele. Si tratta di un oggetto speciale con un manico a cui è attaccata una piccola chitarra, un modello da collezione, che non è assolutamente possibile acquistare.

Al cantante è stato dedicato anche un dolce. La buonissima pasticceria napoletana non poteva non omaggiare il musicista partenopeo. E così il Gambrinus ha creato “Pinuccio” un dolce in ricordo di Pino Daniele. Una delizia squisita che unisce i sapori tradizionali con una variante innovativa, ricetta che si è voluta ispirare proprio al carattere del cantante.

Al bluesman partenopeo la Fondazione a suo nome ha voluto dedicare un’esposizione permanente, Pino Daniele Alive: un museo virtuale per ricordare il cantautore. Si tratta di un intero piano del Grand Hotel de Londres, in Piazza Municipio, completamente dedicato alla carriera del cantante. Ogni stanza, infatti, avrà qualcosa, un video, un’immagine che ricorderà il mitico Pino e i suoi concerti.

Altro omaggio, voluto dall’amministrazione cittadina, è stato quello di scrivere su tutte le panchine dell’aeroporto di Capodichino alcuni versi delle amatissime canzoni di Pino Daniele. Così ogni persona che arriverà a Napoli avrà modo di leggere quelle parole, che hanno fatto tanto sognare. L’aula intitolata con il nome del cantante è, dunque, uno dei tanti omaggi dedicati a Pino Daniele dopo la sua scomparsa. Un altro gesto che simboleggia l’enorme amore di Napoli per il bluesman partenopeo, la sua città non lo dimenticherà mai.

LEGGI COMMENTI