Ultimo aggiornamento martedì, 31 Marzo 2020 - 22:45

Covid19, quando Galli diceva: “In Italia è tutto sotto controllo”

Il Direttore della divisione malattie infettive del Sacco di Milano protagonista di una spiacevole polemica con il Dott. Ascierto

Cronaca
19 Marzo 2020 11:40 Di redazione
2'

Era lo scorso 10 febbraio e il Dott. Massimo Galli, in occasione di un incontro organizzato dall’Ordine dei medici di Milano, affermava: “Da noi la malattia potrà difficilmente diffondersi“. E poi, “In Italia la situazione è sotto controllo“.

Ovviamente stiamo parlando del coronavirus e dopo un mese il contesto è ben diverso. Di sicuro più difficile e caratterizzato, oltre che da un’impennata di contagi e decessi, anche da decreti governativi che hanno costretto alla reclusione domiciliare forzata tutti gli italiani.

LEGGI ANCHE – L’editoriale: Prof Galli, Napoli è ‘mille culture’ ma anche tanta cultura

Ovviamente ci è molto dispiaciuto che la previsione di Galli non si è avverata. Tuttavia, considerando l’astio che il Direttore della divisione malattie infettive dell’ospedale Sacco di Milano ha manifestato nei confronti del Dott. Paolo Ascierto (in merito alla somministrazione del tocilizumab che l’Aifa ha certificato come valida grazie al lavoro combinato di Pascale e Monaldi), ci viene da dire (citando il Vangelo di Luca): “Perché guardi la pagliuzza che è nell’occhio del tuo fratello e non ti accorgi della trave che è nel tuo?“.

LEGGI ANCHE – Il vergognoso servizio di ‘Striscia la Notizia’

IL VIDEO –

Covid19, quando Galli diceva: "In Italia è tutto sotto controllo"
LEGGI COMMENTI