Ultimo aggiornamento sabato, 23 marzo 2019 - 15:21

Acqua e sale di Antonino Esposito approda in televisione

Venti puntate su Alice TV (canale 221 del DDT) che valorizzeranno i prodotti del territorio campano

Cucina
17 Luglio 2018 16:48 Di Elvia Puglisi
3'

Pizzaiolo per passione ma anche docente, autore di libri e giudice in programmi televisivi. Stiamo parlando di Antonino Esposito, sorrentino verace, un vero e proprio leader nel settore. Titolare del ristorante Acqu’ e sale al porto di Sorrento, Esposito prima di diventare una personalità influente e un maestro nell’arte della pizza ha dovuto faticare e passare per una lunga gavetta fino ad arrivare dov’è oggi. Da bambino ha affrontato diversi lavori prima di approdare, grazie ad uno zio, al mestiere del pizzaiolo. Lì ha avuto modo di imparare le basi; curiosità, passione e spirito di sacrificio hanno fatto poi il resto.

IL RISTORANTE – Da quel momento la strada è stata in discesa: mentre lavorava a Il Vicoletto ha infatti ideato e lanciato la celebre frusta sorrentina, un vero e proprio simbolo del suo lavoro. Ricavata da un pezzo di pasta delle pizze avanzato e condito come una normale pizza, con la sua tipica e inconfondibile forma allungata, a mo di frusta appunto, è stata brevettata e registrata assieme al nome e poi venduta in tutto il mondo. La sua fama lo ha poi portato a presenziare come giudice e ospite in diverse trasmissioni televisive di cucina, una tra tante Gustibus su La7.

IL PROGRAMMA TELEVISIVO – Adesso Antonino è impegnato in un nuovo progetto, una sfida molto importante per lui. Si tratta di nuovo format televisivo che prende il nome dal suo ristorante, “Acqua e sale” appunto e che  andrà in onda a Settembre su Alice Tv, canale 221 del digitale terrestre. Sono venti puntate, girate a bordo del Veliero Tortuga, tra Sorrento e Capri, in cui Antonino e Mariano Sessa, figlio del titolare del ristorante Belmare di Vico Equense e oggi chef a domicilio, tra una ricetta e un’altra, ci raccontano le bellezze e le eccellenze della penisola sorrentina, della costiera e del Vesuvio. Mariano oltre che chef è anche amante del mare e pescatore, mentre Antonino, benché ha un’importante esperienza in cucina, ha una scarsa conoscenza del mare; ha infatti affermato scherzosamente di non saper distinguere la poppa di una barca dalla prua. Queste due personalità allo stesso tempo diverse ma simili, daranno vita a venti ricette tra pasta e pesce, in cui verranno impiegati prodotti tipici della nostra terra, come il pomodorino del Vesuvio, il San Marzano e il pesce fresco dei mari della penisola, cucinati con semplicità e maestria da Mariano e accompagnati dalle specialità pizzaiole di Antonino, come pizze, focacce, paste cresciute.

LEGGI COMMENTI