Ultimo aggiornamento sabato, 18 novembre 2017 - 18:12

Le donne del boss Bidognetti, la moglie pentita e le figlie in galera

La consorte di 'Cicciotto è mezzanotte ha deciso di collaborare con la giustizia. La figlia più grande non parla, mentre la seconda ha risposto ai Pm

Cronaca
13 novembre 2017 14:03 Di Andrea Aversa
2'

All’interno della famiglia Bidognetti non è solo il boss ‘Cicciotto è mezzanotte ad essere stato il protagonista delle vicende dell’omonimo clan da lui gestito per anni. Infatti a circondare il capo del sodalizio ci sono tre donne, i cui differenti destini hanno influenzato la storia dell’organizzazione. Si tratta della moglie Anna Carrino e delle due figlie Katia Teresa.

Katia, Teresa, Gianluca, allontanatevi da quel mondo“, così gli consigliava la madre quando nel 2008 ha deciso di collaborare con la giustizia. Una mazzata per il clan Bidognetti, messo in ginocchio non solo dagli arresti ma soprattutto dalle rivelazioni della donna del boss. Ma l’invito non è stato accolto, così a febbraio del 2017 le due giovani sono state arrestate insieme alla cognata Oerietta Verso (la moglie del secondogenito Raffaele).

Le accuse per KatiaTeresa sono state di estorsione, ricettazione ed associazione a delinquere di stampo mafioso. Inoltre, la più grande, è anche accusata di aver fatto da tramite con il padre per mantenere vivi i collegamenti all’esterno con il clan, mentre il boss era detenuto in carcere. Proprio per questo, alla fine della scorsa settimana, la quinta sezione penale della Cassazione ha stabilito che Katia Bidognetti dovrà restare in carcere. Invece Teresa è stata sottoposta agli arresti domiciliari, in quanto al momento dell’arresto era incinta.

Ma la frattura non ci sarebbe solo tra padre, figlie e la madre pentita. Anche le due ragazze hanno preso decisioni diverse in merito al rapporto da avere con gli inquirenti. Infatti, Katia ha sempre mantenuto il silenzio senza neanche rispondere alle domande del Gip durante i primi interrogatori di garanzia. Al contrario Teresa si è mostrata più disponibile interagendo con le autorità. “Le donne si stanno zitte e mute e si fanno il carcere“, aveva detto Katia al suo nuovo compagno nel 2013, probabilmente riferendosi alla madre. Un comandamento al momento che sembra abbia rispettato soltanto lei.

Le donne del boss Bidognetti, la moglie pentita e le figlie in galera

Da sinistra Francesco Bidognetti, Anna Carrino, Katia Bidognetti, Teresa Bidognetti

3
Ultimo aggiornamento 14:03
LEGGI COMMENTI

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi