Ultimo aggiornamento sabato, 25 Giugno 2022 - 12:29

Campania, arruolavano minorenni e disabili per truffare le assicurazioni: “Si facevano spezzare i denti”

Gli incidenti venivano messi in scena in zone dove non vi erano sistemi di sorveglianza

Cronaca
22 Giugno 2022 12:21 Di redazione
2'

Inscenavamo falsi incidenti stradali per sottrarre denaro alle compagnie assicurative. La Procura della Repubblica di Avellino ha eseguito 8 ordinanze di custodia cautelare.

Inscenati 74 falsi sinistri stradali, il blitz dei carabinieri

Il blitz è scattato stamattina, affidato ai carabinieri del Comando Provinciale di Avellino, che si sono occupati in precedenza delle indagini. Sono minimo 74 i falsi sinistri stradali inscenati per sottrarre alle assicurazioni circa 600mila euro.

Gli investigatori hanno ricostruito l’esistenza di vere e proprie gang criminali finalizzate alla truffa ai danni di istituti assicuratori. Le persone indiziate di teatro sono circa 267, ognuna di loro aveva compiti ben precisi.

Come venivano realizzate le truffe

Gli incidenti venivano messi in scena in zone dove non vi erano sistemi di sorveglianza. Le lesioni – da ecchimosi, abrasioni, o rottura dei denti e lesione degli arti – per supportare richieste risarcitorie. Venivano assoldati persone in precarie condizioni economiche, addirittura minorenni o soggetti affetti da gravi patologie. In cambio di lesioni, questi, ricevevano una parte cospicua del risarcimento.

I truffatori si avvalevano di 17 medici, 3 avvocati e 2 titolari di studi infortunistica stradale per istruire le pratiche risarcitorie. Sono stati sequestrati, inoltre, beni mobili e immobili per circa 273mila euro.

Truffa assicurazione
2
Ultimo aggiornamento 12:21
LEGGI COMMENTI

Articoli correlati