Ultimo aggiornamento mercoledì, 18 Maggio 2022 - 20:10

La Napoli che lotta ‘conquista’ Milano, l’ucraino Kozak vince il match: “La dedico al mio Paese”

Supportato dal team della Pro Fighting Napoli Club, il lottatore ha sbancato al gran galà di arti marziali svoltosi sabato scorso

Sport
3 Maggio 2022 14:22 Di Andrea Aversa
2'

Al suo ritorno all’aeroporto di Capodichino è stato accolto come un’eroe. Sulle spalle di Igor Kozak i parenti e gli amici che lo aspettavano hanno subito messo una bandiera dell’Ucraina. La vittoria dello scorso sabato ha avuto un sapore speciale. Da una parte il trionfo sul ring contro un ottimo avversario, dall’altra la dedica speciale al proprio paese dilaniato dalla guerra. Kozak ha combattuto a Milano al Petrosyan Mania Gold Edition. Il suo incontro ha fatto parte del co-main event (kickboxing –72 kg) della kermesse sportiva.

Igor Kozak

L’atleta ucraino che vive a Napoli da 22 anni, ha affrontato il lottatore armeno Arman Hambaryan, pluricampione del mondo ed ex fighter della prestigiosa promotion asiatica Kunlun. Quando Kozak è stato dichiarato vincitore il palazzetto è esploso di gioia. Protagonista della serata anche il giovane Daniele Iodice, anche lui combattente e campione professionista. L’atleta del rione Traiano ha disputato un ottimo match perso solo ai punti contro Zhora Akopyan, già campione del Mondo Juniores di Muay Thai.

L’incontro e la festa

Il match è stato duro contro un avversario molto esperto e pluricampione mondiale – ha raccontato Kozak. Ma io e il mio team ci siamo preparati nei minimi dettagli e abbiamo portato la vittoria a casa. Era da quasi tre anni che non salivo sul ring da professionista a causa della pandemia. La vittoria in primis l’ho dedicata al mio paese, ora in guerra e che sta passando un brutto momento. Ringrazio il mio team: Decio Pasqua, Francesco Mascolino, Luca Donadio e Daniele Iodice che mi seguono ogni giorno nella mia preparazione aiutandomi durante gli allenamenti. Grazie alla mia famiglia che è stata lì con me e mi ha supportato con il loro tifo“.

Igor Kozak
2
Ultimo aggiornamento 14:22
LEGGI COMMENTI

Articoli correlati