Ultimo aggiornamento venerdì, 15 Gennaio 2021 - 18:33

Perde il lavoro e diventa un rider: chi è Gianni il padre di famiglia picchiato per uno scooter

Chi è Gianni. L'uomo, 50 anni e due figlie, è stato aggredito brutalmente ieri sera a Napoli. Faceva il macellaio. Fermati i presunti malviventi

Cronaca
4 Gennaio 2021 11:23 Di redazione
2'

Dopo 30 anni di lavoro come macellaio, Gianni ha dovuto fare il rider per poter andare avanti insieme alla sua famiglia. Padre di due figlie, ha dovuto dire addio alla sua professione quando ha chiuso il centro commerciale dove era impiegato.

Ieri Gianni, 50 anni, era in sella al suo scooter proprio per le consegne. Erano circa le 20.30 quando a calata Capodichino un branco di sei malviventi l’ha accerchiato e aggredito. Lo scopo era quello di rubargli lo scooter.

Chi è Gianni

I criminali ci sono riusciti, dopo averlo minacciato e picchiato. Le immagini del video hanno fatto il giro del web. Per Gianni è scattata una grande gara di solidarietà con l’attivazione di una raccolta fondi su internet: ben 11mila gli euro stanziati per la vittima della rapina.

LEGGI ANCHE – Fermati i presunti aggressori, trovato lo scooter

Ma Gianni, come raccontato al Consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli, vorrebbe semplicemente fare il suo lavoro. Così in diretta Facebook entrambi hanno fatto un appello affinché il 50enne e padre di famiglia possa tornare a fare il macellaio: “Si è messo in discussione ed ha continuato ad andare avanti onestamente“, ha affermato Borrelli.

La diretta di Borrelli

Perde il lavoro e diventa un rider: chi è Gianni il padre di famiglia picchiato per uno scooter
LEGGI COMMENTI