Ultimo aggiornamento sabato, 24 Ottobre 2020 - 00:47

Salvatore Lioniello, il pizzaiolo ‘crocefisso’ sui social: “È un topo”. Invece era il figlio

Una diretta Facebook è diventata la scusa per una vera e propria gogna social contro l'attività gestita dal noto pizzaiolo

Cronaca
6 Ottobre 2020 17:53 Di redazione
2'

È bastato il frame di un filmato per infangare un’intera attività commerciale e le persone che vi lavorano. Stiamo parlando del pizzaiolo Salvatore Lioniello che ha il proprio locale a Succivo in provincia di Caserta.

Durante una diretta Facebook un qualcosa di scuro pare muoversi sopra un bancone in lontananza. Immediatamente si sono scatenati gli haters dei social. Questi ultimi hanno messo letteralmente alla gogna Lioniello accusandolo di non aver curato l’igiene del locale.

È un topo“, hanno scritto in molti. Invece, come ha poi chiarito lo stesso pizzaiolo (e la cosa è risultata chiara da una visione più attenta del video), si è trattato del figlio che passando ad altezza bancone con i suoi capelli, ha dato l’impressione che sopra ci stesse camminando un topolino.

Le parole di Salvatore Lioniello –

Oggi il web ha i suoi aspetti positivi per la diffusione dei contenuti e per la visibilità che da ad ognuno di noi nel nostro piccolo. Spesso però ha anche degli svantaggi gravi causati da chi purtroppo non ne fa un uso onesto e corretto.

Questa volta ne sono stato vittima io… Oggi nel video di una mia diretta dove per l’ennesima volta mi mettevo in gioco testando nuove tecniche di preparazione coinvolgendo i miei followers, è stato detto da qualche disonesto che non aveva evidentemente niente da fare, di aver visto dal video un topo nella mia cucina.

Beh questa cosa per me è veramente grave perché oggi il web può essere un arma potentissima se usata male e invito chiunque di voi a mettersi in guardi da queste brutte persone!!!! Ribadisco come potete vedere accuratamente nel video che non c’era nessun topo ma erano i capelli del mio piccolo Leonardo che camminava altezza vetro“.

La diretta di Salvatore Lioniello –

“Le persone cattive ne sono tantissime. Passa mio figlio Leonardo al terzo e venti e lo stanno facendo girare per un topo che passa,cari pezzi di merda qui potete mangiare anche per terra e per lo più denuncerò chi lo sta facendo girare”.

LEGGI COMMENTI

Articoli correlati