Ultimo aggiornamento sabato, 17 Aprile 2021 - 21:40

Gasperini, tu e il tuo staff siete razzisti. Il Covid non vi ha insegnato niente

Gasperini e Feltri esempio di razzismo post Covid all'Italiana

Calcio Napoli
11 Luglio 2020 18:06 Di Ferdinando
2'

Gian Piero Gasperini è un razzista? Di certo non ama  noi “terroni”.

Gian Piero Gasperini non è di certo nuovo ad uscite poco eleganti contro i Napoletani, che per usare un eufemismo ci hanno lasciato il ” leggerissimo dubbio ” del latente odio razziale che lo stesso  possa provare nei confronti del nostro splendido popolo.

Dopo l’ennesimo episodio di oggi, in cui l’allenatore della Dea, ha insultato un tifoso partenopeo per uno sfottò, e in cui il suo staff ha dapprima bestemmiato (lasciamo in pace il Signore, come se non avesse già abbastanza da fare) e poi apostrofato un nostro compaesano come ” Terrone di Merda“, ci sentiamo di dire che siamo veramente stufi di questo continuato tiro al bersaglio contro i Meridionali soprattutto in un momento in cui sono ancora vivide le immagini nelle menti di noi tutti delle bare che i militari portavano nei camion da Bergamo ai piu’ vicini forni crematori; immagini che ci hanno fatto sentire tutti Italiani.

Delle scuse non sappiamo cosa farcene.

Dopo l’increscioso episodio, la società, lo staff dell’Atalanta e lo stesso Gasperini hanno prontamente rilasciato le proprie scuse , scuse che accettiamo facendo spallucce, perchè ancora una volta sappiamo che non metteranno fine a questo tiro al bersaglio e a questo senso di superiorità realmente immotivato della parte piu’ becera dei Settentrionali verso la nostra splendida terra.

Danneggiate soprattutto la parte civile di Bergamo

I Bergamaschi civili, siamo certi, sono la maggior parte, e di certo il comportamento dei membri dello staff di una squadra che sta scrivendo pagine sportive bellissime non fa onore all’intera cittadina Orobica, che già deve sopportare le uscite quantomeno estrose di un personaggio , Vittorio Feltri che ha almeno dalla sua il vantaggio, senza timore di essere smentiti, di essere totalmente rincoglionito.

Il Covid non vi ha insegnato niente

Possiamo solo dire che la tragedia che ha colpito l’Italia, ma si è accanita in particolare sulla Lombardia, non vi ha insegnato davvero nulla. Noi Napoletani mai ci sogneremmo di gioire per una tale disgrazia, anzi abbiamo sofferto con voi e pregato per le vostre vittime. Da questo punto di vista, ci sentiamo di dire che siamo realmente superiori.Gasperini si confessa: “Con il covid ho pensato di morire”

3
Ultimo aggiornamento 18:06
LEGGI COMMENTI

Articoli correlati