Ultimo aggiornamento venerdì, 18 Ottobre 2019 - 20:22

Dal matrimonio di Tony Colombo al pentimento, Genny Carra fa tremare il Rione Traiano

Cronaca
6 Agosto 2019 13:50 Di Ciro Cuozzo
3'

Nel Rione Traiano non si parla d’altro. Da settimane a tenere banco è la decisione di Genny Carra, 36 anni, di collaborare con la giustizia. Genero del boss Salvatore Cutolo, alias “Borotalco” (in carcere dal 2007), il ras della “44” è stato arrestato lo scorso 28 maggio insieme ad altre 20 persone per associazione di tipo mafioso, associazione finalizzata a delitti in materia di sostanze stupefacenti, tentato omicidio e delitti in materia di armi.

Una decisione che spiazza la stessa famiglia Cutolo oltre alle altre famiglie malavitose del Rione che si dividono le basi di spaccio. Carra, così come riportato in esclusiva da “Il Roma” nell’edizione del 6 agosto, ha già incontrato i magistrati della Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli, avviando un percorso di collaborazione “per assicurare alla mia famiglia un futuro migliore”.

Sposato con Candida Cutolo, 28 anni, dalla quale ha avuto due figlie, Carra ha deciso di ripartire dallo Stato e con lui, pare, anche i suoi più stretti familiari, a partire dalla figlia del boss e sorella di Enzo Cutolo, 33enne attualmente in carcere e ritenuto dagli investigatori il reggente della cosca della “44”.

Appena due mesi prima del suo arresto, il 28 marzo scorso, Genny Carra partecipava insieme alla moglie Candida al matrimonio del cantante neomelodico Tony Colombo con Tina Rispoli, andato in scena al ristorante del Grand Hotel La Sonrisa. Sui social quel giorno pubblicò una foto in compagnia della moglie con tanto di didascalia (“Gli invitati più belli di Tony Colombo“). Un modo per ostentare e rimarcare la presenza al matrimonio-evento che ha provocato polemiche infinite ma anche più di qualche imbarazzo nell’amministrazione napoletana per la grottesca vicenda dei permessi concessi e dimenticati per il flash mob di piazza del Plebiscito.

LEGGI ANCHE – Blitz Rione Traiano, dal matrimonio neomelodico al carcere: “Gli invitati più belli di Tony Colombo”

Carra lo scorso 28 maggio è stato arrestato insieme al cognato, Enzo Cutolo, 33 anni, ritenuto dagli investigatori il reggente dell’organizzazione di stampo mafioso che gestisce droga ed estorsioni nella parte bassa del Rione Traiano, diventato dopo lo smantellamento di buona parte delle piazze di spaccio di Scampia, il principale mercato degli stupefacenti, aperto h24, nella città di Napoli.

Inoltre Carra, negli scorsi anni, è stato accusato di presunti abusi sessuali dalla figlia di un affiliato. Un’accusa infamante, tirata in ballo presumibilmente per nascondere un vecchio debito non saldato dalla famiglia delle giovane, e vendicata dai Cutolo con l’esplosione di diversi colpi d’arma da fuoco all’interno dello stabile dove risiedeva la famiglia della 15enne. Una vicenda che ha visto Carra e altre persone coinvolte rinviati a giudizio negli scorsi mesi.

LEGGI ANCHE – Blitz nel Rione Traiano, presi boss e gregari del clan Cutolo: tutti i NOMI dei 21 arresti

IL VIDEO DEGLI SPARI CONTRO L’ABITAZIONE DELLA FAMIGLIA CHE DENUNCIO’ LE PRESUNTE MOLESTIE SUBITE DALLA FIGLIA:

4
Ultimo aggiornamento 13:50
LEGGI COMMENTI