Ultimo aggiornamento mercoledì, 22 maggio 2019 - 13:50

Mercatino di Sant’Anna, c’è una delibera per dare l’area ai centri sociali. La Clemente prima smentisce e poi conferma

Contro il Presidente della Municipalità De Giovanni: "Dal Comune zero trasparenza. Inviata una lettera ai Consiglieri. L'area per i bimbi o al turismo

Politica
14 Maggio 2019 14:16 Di Andrea Aversa
3'

Potrebbe esserci una svolta per quanto riguarda la riqualifica e il riutilizzo dell’ex area mercatale di Sant’Anna di Palazzo sita nel cuore di San Ferdinando, ai Quartieri Spagnoli. Infatti, dopo anni di degrado e abbandono, il comune aveva iniziato a muovere i primi passi avviando una bonifica ed organizzando due assemblee pubbliche.

L’obiettivo era quello di coinvolgere la cittadinanza, le scuole e le associazioni del territorio affinché venissero sviluppate delle idee sulla nuova funzione che il vecchio mercatino avrebbe dovuto svolgere. Gli spunti per i possibili progetti non mancavano: baretti e musica, postazioni di co-working, uffici di ascolto e prima accoglienza, punto informazioni per il turismo, aggregatore di associazioni e artigianato locale, un teatro all’aperto.

Ma dal 2 febbraio, data dell’assemblea pubblica che ha dato il via alla “Fucina di idee, non si è saputo più nulla. Almeno fino ad oggi. Infatti, il presidente della I Municipalità Francesco De Giovanni, contattato da VocediNapoli.it, ha parlato dell’esistenza di una delibera (n° 143) approvata dalla Giunta comunale il 5 aprile 2019 che, “destina la struttura a centro giovanile con vocazione sociale“.

In pratica l’ex area mercatale dovrebbe essere assegnata ai centri sociali. “È incredibile come la Giunta abbia fatto tutto in sordina. Non siamo neanche stati invitati come Municipalità. Per puro caso ho assistito alla riunione del Comune e sono venuto a sapere di questa delibera avanzata dall’Assessore Clemente“, ha dichiarato De Giovanni.

Quest’ultimo in data 8 maggio ha inviato una lettera al Sindaco, al Presidente del Consiglio comunale, ai Consiglieri comunali e al Direttore generale del Comune, per esortarli a non votare tale delibera. Secondo De Giovanni l’ex mercatino sarebbe dovuto essere destinato per una, “finalità sociale adatta ai bambini, magari affidando la gestione alle suore, oppure come presidio di sicurezza. Tra le nostre indicazioni, come tra quelle suggerite dai residenti, c’era anche l’uso della struttura per scopi turistici, non doveva certo diventare un ‘dono’ per i centri sociali“.

Per De Giovanni l’operazione del Comune è di stampo elettorale. L’obiettivo è il consenso e quindi i voti dell’elettorato appartenente, appunto, ai centri sociali. Da Palazzo San Giacomo, intanto, sono trapelate voci confuse. Ad una nostra prima richiesta di informazioni sulla vicenda, l’Assessore Alessandra Clemente ha risposto che tutte le attività per l’ex mercatino sono “work in progress“.

Una volta specificato che l’oggetto della nostra indagine è questa fatidica delibera, dopo una prima smentita, la Clemente si è resa disponibile per un chiarimento confermando di fatto l’esistenza dell’atto. Nonostante ciò, non abbiamo avuto sue dichiarazioni ufficiali in merito. Ci è stato detto che avremmo avuto il “sostegno” di un suo collaboratore. Ma questo confronto non c’è mai stato.

LEGGI ANCHE – La storia dell’ex mercatino

LA LETTERA DEL PRESIDENTE DE GIOVANNI AI CONSIGLIERI COMUNALI

Mercatino di Sant'Anna, pronta una delibera per dare l'area ai centri sociali

COMUNICATO STAMPA DEL CONSIGLIO COMUNALE DEL 7 MAGGIO 2019

Mercatino di Sant'Anna, c'è una delibera per dare l'area ai centri sociali. La Clemente prima smentisce e poi conferma

RIUNIONE DEL 29 APRILE 2019 PRESSO IL COMUNE DI NAPOLI PER DISCUTERE DELLA DELIBERA

Mercatino di Sant'Anna, c'è una delibera per dare l'area ai centri sociali. La Clemente prima smentisce e poi conferma

Mercatino di Sant'Anna, c'è una delibera per dare l'area ai centri sociali. La Clemente prima smentisce e poi conferma

L’ex mercatino di Sant’Anna. Nei riquadri, in alto, l’Assessore Alessandra Clemente. In basso, il Presidente della I Municipalità, Francesco De Giovanni

3
Ultimo aggiornamento 14:16
LEGGI COMMENTI