Ultimo aggiornamento mercoledì, 17 ottobre 2018 - 08:03

Truffe assicurative, nuovo blitz contro il “sistema vesuviano”: in manette forze dell’ordine, avvocati e giudici

Cronaca
10 ottobre 2018 11:06 Di redazione
2'

Dalle prime ore del mattino, il gruppo della guardia di finanza di Torre Annunziata sta eseguendo un’ordinanza applicativa di misure cautelari personali nei confronti degli appartenenti ad un’associazione per delinquere che è risultata dedita alle truffe assicurative e ad altre correlate condotte delittuose.

Le investigazioni, dirette dalla Procura della Repubblica di Torre Annunziata, hanno permesso di riscontrare l’esistenza di una consorteria delinquenziale impegnata sistematicamente ad architettare falsi incidenti stradali o ad alterare le effettive circostanze di quelli realmente accaduti, allo scopo di ottenere indebiti risarcimenti dalle compagnie assicurative.

In manette sono finite 11 persone: tra queste, per favoreggiamento, figurano due finanzieri incastrati dai colleghi e nuovamente l’avvocato Ivo Varcaccio Garofalo, già arrestato nella prima puntata dell’inchiesta dello scorso 27 settembre che portò in carcere giudici di pace, avvocati, periti, carabinieri e altri professionisti. A capo dell’organizzazione ci sarebbe Salvatore Verde, anche lui già in carcere, accusato di aver reclutato la clientela dei falsi incidenti nella sua agenzia di Boscoreale. Indagati a piede libero altri avvocati, periti, carrozzieri e falsi testimoni.

Nell’operazione di fine settembre la Guardia di Finanza di Torre Annunziata (Napoli), coordinata dalla procura di Roman, notificò un’ordinanza di custodia cautelare per corruzione a carico di 22 indagati.

Dalle indagini era emerso un radicato sistema volto a manipolare incidenti stradali grazie alla complicità di giudici di pace e professionisti dell’area oplontina. Un quadro indiziario – si legge nella nota della procura di Roma, che in una conferenza stampa fornirà ulteriori dettagli – che evidenzia una sistematicità di condotte di “corruzione in atti giudiziari” perpetrate da diversi giudici di pace, numerosi avvocati e svariati consulenti tecnici con riferimento a contenzioni civili riguardanti sinistri stradali, in alcune circostante caratterizzati da profili di falsità.

LEGGI ANCHE – Il “sistema” dei falsi incidenti: arrestati giudici di pace, avvocati, carabinieri e tecnici

1
Ultimo aggiornamento 11:06
LEGGI COMMENTI