Ultimo aggiornamento lunedì, 11 dicembre 2017 - 21:08

Scomparsa di Rosa Di Domenico, svolta nelle indagini: scoperti gli spostamenti di Alì

Cronaca
18 novembre 2017 10:02 Di redazione
2'

Sono passati sette mesi dalla scomparsa di Rosa Di Domenico, la giovane di 15 anni le cui tracce si sono perse lo scorso 24 maggio a Sant’Antimo e continuano senza sosta le indagini sulla sua sparizione, che vedono coinvolte tre Procure italiane e altri reparti investigativi europei. Sembrerebbe che si sia arrivati a una svolta, gli inquirenti, infatti, hanno ricostruito gli spostamenti di Alì Quasib, il pakistano residente a Brescia, che secondo gli investigatori è il responsabile della scomparsa della 15enne.

Alì avrebbe girato diverse città europee per far perdere le sue tracce. Anche la famiglia di Rosa si sta muovendo per comprendere cosa sia potuto accadere alla figlia e così ha preso contatti con i parenti di Alì. Fino ad ora si è appurato che Rosa potrebbe essere stata adescata in rete dal giovane pakistano, che gestirebbe un traffico di foto pedopornografiche. Le indagini per la scomparsa di Rosa Di Domenico sono a un punto di svolta, l’ipotesi che la ragazza si sia allontanata volontariamente prendendo un treno per Brescia, presa in considerazione nella fase preliminare delle ricerche, è stata smentita. Si pensa, invece, che la giovane sia stata portata via a bordo di un furgone guidato da un connazionale di Alì. Quest’ultimo si sarebbe appoggiato al patto di mutuo soccorso che intercorre nella comunità pakistane per riuscire a girare l’Europa senza problemi.

Intanto la famiglia attende che sia scoperta la verità, due mesi fa fu ritrovato un corpo di una giovane carbonizzato che potrebbe aver avuto tra i 12-15 anni, i genitori sono in attesa degli esami del DNA per sapere se quella ragazza potrebbe essere la loro figlia scomparsa. Diverse le piste seguite dagli inquirenti, ad oggi si sa grazie a quanto detto dalla famiglia di Alì, che Rosa alcuni giorni dopo la sua scomparsa era con lui e che la giovane, stando a quanto raccontato dalle sue amiche, avesse cominciato ad avvicinarsi alla fede islamica. Ci sono ancora tanti vuoti da chiarire e in attesa dei risultati degli esami della Francia, la famiglia non abbandona la speranza che Alì sia rintracciato e possa dire cosa sia accaduto a Rosa.

2
Ultimo aggiornamento 10:02
LEGGI COMMENTI

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi