Ultimo aggiornamento lunedì, 11 dicembre 2017 - 21:08

Blitz della polizia, arrestati scissionisti dei Mazzarella: tra loro i presunti autori del tentato agguato a Giuseppe Persico

Cronaca
11 luglio 2017 11:58 Di Andrea Aversa
2'

Associazione per delinquere di stampo mafioso, omicidio e tentato omicidio. Sono queste le gravi accuse per le quali il Gip del Tribunale di Napoli ha disposto, su richiesta della Dda (Direzione Distrettuale Antimafia), un ordinanza di custodia cautelare nei confronti di 4 persone ex affiliate al clan Mazzarella, uno dei sodalizi più potenti e storici della camorra.

Gli agenti della Polizia di Stato hanno messo le manette ai polsi di Salvatore MaggioGennaro CatapanoRaffaele MicilloDomenico Di Perna. L’indagine che ha portato agli arresti è stata lunga e complessa. L’attività investigativa si è basata su diversi appostamenti nei quartieri controllati dall’organizzazione criminale (Forcella, Mercato, Case Nuove, San Giovanni), sull’ascolto delle intercettazioni telefoniche e sulle dichiarazioni di alcuni collaboratori di giustizia.

Blitz della polizia, arrestati scissionisti dei Mazzarella: tra loro i presunti autori del tentato agguato a Giuseppe PersicoGli inquirenti hanno scoperto che i 4 erano riusciti ad organizzare un nuovo clan, prima interno a quello dei Mazzarella e poi scissionista. Addirittura l’intento del nuovo sodalizio criminale sarebbe stato quello di fare la guerra agli eredi di Zaza, indebolendoli dall’interno e provando a contrastarli proprio sul loro territorio.

Gli investigatori sono riusciti anche a risalire al tentato omicidio di Giuseppe Persico, avvenuto il 25 giugno del 2013 nel quartiere Mercato. Per gli inquirenti la vittima era il referente del clan Mazzarella nella zona. La nuova organizzazione scissionista, per contrastare il potere di questi ultimi, avrebbe provato ad ucciderlo, così da poter dare risalto alla forza del nuovo sodalizio.

Inoltre, grazie alle dichiarazioni dei pentiti, tra cui PersicoErrico AutieroDavide Leone, gli investigatori sono riusciti a scoprire il movente dell’omicidio di Pasquale Grimaldi, avvenuto il 19 giugno del 2006 all’interno della faida che ha visto scontrarsi il clan Grimaldi (appunto) e quello dei Puccinelli (all’epoca sotto la reggenza proprio di Leone) per il controllo del Rione Traiano.

4
Ultimo aggiornamento 11:58
LEGGI COMMENTI

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi