La compagnia aerea lowcost EasyJet continua a puntare sulla città di Napoli. L’aeroporto di Capodichino è infatti una delle basi in Italia che può vantare più destinazioni. La compagnia britannica è stata tra le prime a puntare, fin dal 2000, sullo scalo del capoluogo campano e in questi diciassette anni ha trasportato circa diciassette milioni di passeggeri, con un notevole incremento a partire dal 2010.

Da questi dati è nata la decisione da parte del management della compagnia di lanciare tre nuove rotte che collegheranno Napoli con altre importanti città europee. Dal 13 maggio, infatti, si potrà volare il lunedì, il giovedì e il sabato verso l’aeroporto svizzero di Zurigo; dall’11 giugno si potrà partire il martedì, il giovedì e la domenica per Lille, in Francia; e dal 26 giugno il lunedì, il mercoledì e il sabato (fino al 2 settembre) si potrà raggiungere l’aeroporto di Dubrovnik in Croazia.

Frances Ouseley, direttore di EasyJet per l’Italia, commenta così il lancio delle nuove rotte: “Sono soddisfatta del ruolo strategico e funzionale che EasyJet riveste nello sviluppo turistico di Napoli, settore trainante per l’economia italiana, in particolare per le regioni del Sud per le quali è fondamentale intercettare i flussi turistici provenienti dall’estero e dall’Italia. Bene anche le iniziative che le istituzioni e gli attori locali che sostengono il turismo stanno predisponendo perché sarà sempre più fondamentale fare sistema per rilanciare la crescita a beneficio del territorio e dei cittadini. Noi come EasyJet continueremo a fare la nostra parte”.

Tutto questo è stato possibile grazie all’impennata di passeggeri avuta all’aeroporto di Capodichino. Nell’ultimo anno si è registrato un incremento record del 16% con 2 milioni e 300 mila turisti in arrivo e in partenza dalla città partenopea. Nel 2017 l’obiettivo è di arrivare ad oltre 2 milioni e 800 mila passeggeri collegando 14 paesi europei e 36 città.

Loading...
LEGGI COMMENTI
Articolo di Francesco Pizzo
Pubblicato il , in