Cambia tutto a Napoli per quanto riguarda i bar e i ristoranti “ambulanti” e che con la loro attività commerciale occupano il suolo pubblico. La delibera approvata dal comune ha lo scopo di regolamentare l'”occupazione” della città da parte dei numerosi chioschi, camion e carretti che ci sono in giro per Napoli. Inoltre sono stati fissati dei parametri estetici attraverso dei progetti architettonici che le attività di ristorazione dovranno rispettare. La scadenza dei termini per la presentazione dei progetti, come previsto dall’accordo tra il comune e la soprintendenza, è prevista per giugno 2017.

Leggi anche  Meta di Sorrento, trovato 71enne morto in mare

Comune di Napoli, arriva la delibera per il decoro urbano: ecco cosa dovranno fare chioschi e bancarelle

Il comunicato del comune:

La Giunta Comunale ha approvato, a firma dell’assessore al Commercio Enrico Panini la delibera di presa d’atto della dichiarazione di intenti sottoscritta con la Soprintendenza lo scorso 10 aprile. Tale provvedimento ratifica l’accordo raggiunto sulla produzione di elaborati cartografici aggiornati degli spazi pubblici della città di Napoli interni al perimetro del centro storico UNESCO, con l’obiettivo di disegnare, attraverso ambiti omogenei, i dehors (l’insieme degli elementi mobili posti sul suolo pubblico che arredano lo spazio per il ristoro all’aperto di un esercizio di somministrazione di alimenti e bevande di ristoranti e di bar) nel rispetto dell’immagine e della tradizione architettonica, storica e culturale della città. La Dichiarazione d’intenti, inoltre, prevede che, fino al 31 Ottobre 2017, sarà consentita l’occupazione di suolo pubblico con arredi minimali a tutti gli operatori che hanno prodotto o produrranno l’istanza entro il termine del 30 giugno 2017“.

Leggi anche  Concerto Nino D’Angelo allo Stadio San Paolo: dispositivo di traffico

La delibera approvata dalla Giunta è il frutto di un lavoro avviato nelle scorse settimane e reso possibile grazie alla grande disponibilità della Soprintendenza e degli uffici comunali preposti. Un lavoro importante, di cui l’Amministrazione è enormemente soddisfatta, perché con la Sovrintendenza migliorerà la qualità degli strumenti con i quali bar e ristoranti, in particolare, occupano il suolo pubblico. Una ricchezza per i cittadini e per i turisti che porterà ad un ulteriore miglioramento dell’accoglienza e dell’immagine della città di Napoli“, queste le dichiarazioni dell’assessore Enrico Panini. 

Leggi anche  Metro linea 6, via al completamento dei lavori: stazioni pronte per il 2019
LEGGI COMMENTI
Articolo di Andrea Aversa
Pubblicato il , in