Voce di Napoli | Navigazione

Benevento, 16enne dal barbiere con la sciarpa del Napoli: “Toglila, qua decido io”

Costretto a togliere la sciarpa del Napoli nel negozio del barbiere. È accaduto a un ragazzo di 16 anni di Benevento. Il giovane è andato dal barbiere di fiducia e tifando Napoli indossava la sciarpa azzurra. Il barbiere l’ha costretto a toglierla. La madre ha denunciato l’accaduto.

Questa la lettera inviata dalla madre del giovane a Fanpage: “Le scrivo per raccontarle quello che è successo oggi a mio figlio. La sua squadra del cuore vince lo scudetto, lui ha 16 anni per cui è la prima volta che prova quest’emozione. Suo padre aveva la sua stessa età l’ultima volta che l’evento si è ripetuto. Naturalmente per tutto il giorno è andato in giro per la città (siamo di Benevento) con la sua fierezza al collo: la sciarpa azzurra.

La nostra è una piccola realtà, molto tranquilla per cui i miei figli sono abituati a vivere le loro cose in totale serenità. Nel pomeriggio va a tagliare i capelli dal suo barbiere di fiducia.Quando entra gli viene chiesto di togliere la sciarpa, lui pensa ad uno scherzo e continua a tenerla.Quando si siede per tagliare i capelli il titolare gli intima in maniera perentoria di togliere la sciarpa perché «può dare fastidio a qualcuno» ed infine «sei nel mio locale e fai come dico io».

È un ragazzo estremamente educato ed il barbiere lo sa, quanti al suo posto avrebbero lasciato il locale seduta stante e quanto altro avrebbero reagito in maniera violenta. Lui è tornato a casa con una serie di domande, la prima tra tutte: cosa stavo facendo di male? Ma ancora: «E se avessi avuto un crocifisso al collo? O se fossi stato nero o musulmano? Io posso dare fastidio se faccio qualcosa non se sono qualcuno»”.