Voce di Napoli | Navigazione

Caos Asia, accolto un ricorso: graduatoria a rischio dopo il concorso

Non c’è pace per l’Asia. La scorsa settimana si è dimesso dalle sue funzioni per il Comune di Napoli, l’assessore all’Ambiente Paolo Mancuso (ufficialmente per motivi personali). Nel frattempo, la gioia per il corretto svolgimento del concorso che ha permesso di assumere circa 200 nuove risorse, ha lasciato spazio all’incertezza burocratica e legale.

Il motivo? Il Tribunale ha accolto uno degli otto ricorsi fatti proprio contro la selezione pubblica. Nello specifico la giurisdizione ha fatto riferimento, “alle criticità della graduatoria con riferimento ai punti attribuiti per il possesso delle patenti di categoria superiore non concessi a chi ne aveva titolo per la pregressa esperienza lavorativa e in ogni caso per la manifesta disparità nella quale sono stati posti gli interinali“.

I giudici hanno fissato un’udienza per il prossimo 28 febbraio. Con questo provvedimento l’Asia potrebbe, in via cautelativa, sospendere le assunzioni, nonostante il concorso fatto mesi fa e la successiva graduatoria istituita. E proprio la questione legata agli interinali sta tenendo banco nelle ultime settimane.

Altrettanti 160 lavoratori, assunti con contratto settimanale che rischiano di non vedere rinnovate le loro prestazioni e di restare senza lavoro. In 57 sono stati già silurati. Da un pò di tempo vanno avanti le trattative tra Palazzo San Giacomo, l’Asia e una rappresentanza degli interinali. La situazione legata ai ricorsi e i futuri scenari legali potrebbe incidere anche su questo tema.