Ultimo aggiornamento mercoledì, 07 Dicembre 2022 - 09:40

Autonomia regionale, la bozza della Campania e l’affondo di Fontana: “De Luca cambia idea”

Politica
21 Novembre 2022 15:02 Di redazione
2'

Continua a far discutere la legge sull’autonomia differenziata per le regioni. Il Ministro leghista Roberto Calderoli nel rispondere agli attacchi del governatore Vincenzo De Luca, ha parlato di una bozza dalla quale partire promossa proprio dalla Regione Campania.

C’è stata una proposta di De Luca che è molto più avanti rispetto a qualsiasi mia proposta. Ho studiato le carte di tutte le Regioni e ho visto che alcune sono più avanti di me, soprattutto del Mezzogiorno, quindi intendo usare il metodo richiesto da loro come proposta a livello nazionale“, ha detto Calderoli.

Questa la risposta di De Luca: “Leggo dichiarazioni che mi rivolge il (furbo) ministro Calderoli. Intanto, provo una profonda commozione per il fatto che un ministro per le Riforme si accorga, dopo 4 anni, che fra le regioni che chiedono un confronto con il Governo sull’autonomia c’è anche la Campania. Si sono fatte riunioni con tre regioni, con la Campania mai. Bene così.

Per questo io lodo il Ministro Calderoli, che considero persona affabile, e per il quale ho istintiva simpatia. Potremo uscire così dalle chiacchiere e arrivare a risultati concreti. Tuttavia, a scanso di equivoci, pubblichiamo sul sito della Regione la proposta del 2019 e altri documenti connessi.

Se vogliamo modernizzare l’Italia, e avvicinare le decisioni ai cittadini e alle imprese, senza scardinare la Costituzione e tradire il Sud, noi siamo pronti. Sempre disponibili a dimostrare, con pignoleria tedesca, dove c’è la coerenza e dove c’è la cialtroneria politica e l’inconcludenza eterna. E pure la furbizia“.

Ma nel confronto tra Roma e palazzo Santa Lucia è intervenuto ‘a gamba tesa’ Attilio Fontana presidente della regione Lombardia: “Non regge questa contrapposizione che alcuni governatori del Sud vogliono proporre sull’Autonomia. Credo sia quella una situazione estremamente rischiosa. Si rischia di spaccare il Paese.

Con l’Autonomia ci rimettono solo quelli che non sono in grado di amministrare perché l’autonomia è responsabilità glielo dissi anche a De Luca, poi ha cambiato idea improvvisamente, addirittura a un certo punto disse che erano pronti. Legittimo cambiare idea, ma è il motivo che mi lascia perplesso. Questa autonomia non va in nessun modo a incidere sull’unità del Paese“.

LEGGI COMMENTI

Articoli correlati