Ultimo aggiornamento mercoledì, 07 Dicembre 2022 - 09:40

Il governo taglia il reddito di cittadinanza, cambia la riforma: le novità da giugno 2023

Economia
20 Novembre 2022 13:38 Di redazione
2'

Dobbiamo eliminare un sussidio immorale per tutti quelli che sono in condizioni di lavorare“, parole chiare e nette quelle di Giorgia Meloni. La premier le ha pronunciate, secondo quanto riportato da La Repubblica, nella sala verde di Palazzo Chigi davanti a circa 30 rappresentanti della maggioranza tra ministri e capigruppo.

Il nuovo governo è pronto a mantenere la promessa fatta in campagna elettorale in merito al sussidio. La riforma voluta dal Movimento 5 Stelle sarà cambiata: la platea dei beneficiari sarà tagliata a beneficio di chi è impossibilitato a lavorare.

Il reddito, dunque, sarà rivolto esclusivamente a persone con disabilità o ad esempio, appartenenti a famiglie numerose. Non spetterà più, invece, ai cosiddetti ‘occupabili’. Ovvero persone che invece possono svolgere un lavoro.

Questi ultimi sono circa 660mila e relativo taglio del sussidio consentirà un risparmio per le casse del Paese di quasi due miliardi di euro. C’è già una data per la quale il nuovo provvedimento potrà ufficialmente vedere la luce.

Giugno 2023, cioè dopo sei mesi dall’approvazione della legge di bilancio, procedimento che avverrà nei prossimi giorni. “Siamo costretti a pensare a interventi a saldi invariati“, ha detto Meloni riferendosi alle scarse risorse disponibili.

LEGGI COMMENTI

Articoli correlati