Ultimo aggiornamento sabato, 25 Giugno 2022 - 12:29

Funerali Elena Del Pozzo, la reazione all’arrivo della bara bianca: il papà Alessandro in prima fila

Cronaca
22 Giugno 2022 17:50 Di redazione
2'

Si stanno tenendo ora i funerali di Elena De Pozzo, la bambina uccisa a 5 anni dalla mamma, Martina Patti. La donna ha compiuto l’omicidio in pieno giorno, ferendo mortalmente con un 11 coltellate la bambina in una campagna vicino casa, a Mascalucia,  nel Catanese.  Questo pomeriggio la comunità di Catania di racchiude nel dolore per seppellire la piccola.

Funerali Elena Del Pozzo

Nella Cattedrale di Sant’Agata è arrivata la bara bianca. In prima fila il papà Alessandro, i nonni paterni e una zia. Commosso applauso all’arrivo del feretro. Una piccola bara bianca con sopra una corona di fiori bianchi e la foto di Elena, Davanti alla Cattedrale tanti fiori e palloncini bianchi. La scritta: “Elena sei sempre nei nostri cuori”.

A celebrare l’arcivescovo di Catania, Monsignor Luigi Renna, che ha imposto lo stop a fotografi e telecamere nella Basilica durante il rito. Ha consentito però la diretta della funzione attraverso i canali Youtube e Facebook della Diocesi di Catania.

Citando le parole di un pedagogista polacco, Janusz Korczak, morto nel campo di concentramento di Treblinka, monsignor Renna ha detto: “Sulle punte dei piedi, per stare all’altezza dei bambini. Quando non mettiamo al centro i piccoli, perdiamo il metro per giudicare ciò che è importante. Ed ecco bambini contesi, barattati nella loro dignità e nei loro diritti, resi ostaggio dalla nostra incapacità d’amare. Basta con queste violenze. I figli sono ‘pezzi di cuorè, come si dice popolarmente. Ferire un bambino è la cosa più terribile che possa accadere a una mamma, a un papà, a un adulto. Cari adulti tenete fuori i bimbi dai vostri conflitti.Ci sono altre strade da percorrere, molto più sicure per la gioia di tutti, per vedere ritornare il sorriso sul volto dei piccoli: il dialogo, il perdono, l’umiltà di chi vuol riparare, saper uscire in punta di piedi dalla vita dell’altro, con rispetto e con la mitezza”.

2
Ultimo aggiornamento 17:50
LEGGI COMMENTI

Articoli correlati