Ultimo aggiornamento venerdì, 23 Luglio 2021 - 18:37

Assessore leghista spara e uccide uomo di origini marocchine dopo una discussione davanti a un bar

Cronaca
21 Luglio 2021 11:07 Di redazione
2'

Assessore leghista spara un uomo di origini marocchine durante una lite e lo uccide. E’ accaduto nel Comune di Voghera, in provincia di Pavia, nella serata di martedì. A fare fuoco è stato Massimo Adriatici, che è attualmente agli arresti domiciliari. Sulla vicenda indagano i carabinieri.

Chi è l’assessore leghista che ha ucciso un uomo di origini marocchine

Da una prima ricostruzione fatta dai militari pare che l’assessore abbia esploso un unico colpo verso l’uomo, 39 anni, dopo una discussione in un bar. Il ferito è stato trasportato al pronto soccorso ma è deceduto poco dopo il suo arrivo. Sembrerebbe che Adriatici, ex funzionario di Polizia, detenesse regolarmente l’arma.

La prima ricostruzione

Intorno alle 22.30 Adriatici ha chiamato in Commissariato chiedendo una volante in piazza Meardi poiché il trentanovenne stava infastidendo delle persone davanti a un bar. Quando quest’ultimo ha sentito la telefonata lo avrebbe spintonato. Da qui sarebbe nata la colluttazione e poi ci sarebbe stato lo sparo fatale. Pare che gli inquirenti tra le ipotesi non escludano che l’assessore abbia agito per ‘legittima difesa’. Adriatici agli inquirenti avrebbe detto che “è partito un colpo cadendo”, dopo che la vittima lo avrebbe spintonato. Spetterà ai carabinieri stabilire cosa sia successo.

“Quanto accaduto a Voghera, in un locale non lontano dal centro, è un chiaro episodio di legittima difesa. Se non fosse stato per un uomo lì presente, assessore leghista, già appartenente alle forze dell’ordine in passato, pronto ad intervenire a difesa di una ragazza molestata da un marocchino, probabilmente ora staremmo parlando di una violenza su una ragazza innocente”, questa la nota dell’eurodeputato leghista Angelo Ciocca, originario di Pavia.

assessore leghista uccide uomo origini marocchine
LEGGI COMMENTI

Articoli correlati