Ultimo aggiornamento mercoledì, 30 Settembre 2020 - 18:40

Il Comune ha preso i monopattini, abbiamo risolto il problema trasporti a Napoli!

Con 900 monopattini dislocati per il centro città si offre di certo un servizio. Ma resta irrisolto il nodo della mobilità e del trasporto cittadino

Politica
9 Settembre 2020 15:49 Di Andrea Aversa
3'

Udite udite cittadini napoletani. Il Comune di Napoli ha ieri ufficializzato di aver messo a disposizione della cittadinanza ben 900 monopattini elettrici per la mobilità sostenibile. La notizia è stata documentata e veicolata attraverso le foto pubblicate sui profili social istituzionali dell’amministrazione targata Dema e di alcuni suoi illustri esponenti.

Finalmente una buona notizia! Da Palazzo San Giacomo è stato battuto un colpo decisivo volto a risolvere una piaga della città: il trasporto pubblico. Come già accaduto in passato per le comode e utili piste ciclabili (segnalate con adeguata grafica sull’asfalto) e così come è avvenuto per il progetto morto e sepolto del Bike Sharing. Insomma, il Sindaco Luigi De Magistris ha voluto dare concretamente seguito ad alcune dichiarazioni rilasciate qualche giorno fa.

Il primo cittadino ha affermato di essere insoddisfatto dell’efficienza di alcuni servizi pubblici ed essenziali. Tra essi il verde cittadino, il decoro urbano, il trasporto pubblico (appunto), la raccolta dei rifiuti e la condizione delle strade. Considerato che tra meno di un anno i napoletani voteranno per eleggere il nuovo Sindaco, la domanda è sorta spontanea: ma in quasi 10 anni di amministrazione cosa è stato fatto?

E soprattutto, come potranno De Magistris e la sua giunta agonizzante risolvere in 10 mesi problemi così grandi con le casse comunali praticamente vuote? Domande alle quali facciamo fatica a dare una risposta. O meglio, cultura e turismo a parte, di una cosa siamo certi: non cambierà esattamente nulla e chi erediterà la poltrona da primo cittadino – oltre ai debiti – si troverà una città ‘scassata‘ così come effettivamente promesso da De Magistris 10 anni fa.

Nel frattempo in città regna l’anarchia, in quanto i napoletani quando non sono governati riescono con grande autonomia ad auto-organizzarsi, sia in cose serie (ad esempio con il lavoro grazie alla famosa ‘arte di arrangiarsi‘) che in cose ludiche (proprio qualche giorno fa è stata organizzata una promessa di matrimonio addirittura all’interno della degradata Galleria Umberto, senza che neanche un vigile se ne accorgesse).

Però possiamo essere soddisfatti, almeno da ieri il problema del trasporto pubblico è stato risolto grazie ai 900 monopattini che hanno già suscitato la curiosità di turisti e ‘scugnizzi’. Sarà un piacere guidarlo per tutte quelle strade ricche di buche e fossi ma soprattutto libere da cantieri eternamente aperti (o inattivi). Udite udite!

Il Comune ha preso i monopattini, abbiamo risolto il problema trasporti a Napoli!
LEGGI COMMENTI

Articoli correlati