Ultimo aggiornamento giovedì, 13 Agosto 2020 - 18:06

Invasione della mosca nera: tutta colpa del coronavirus

Salute
12 Luglio 2020 22:34 Di redazione
1'

Da dopo il lockdown si è registrata una forte invasione di mosche nere in tutta Europa. A causa del Coronavirus e del conseguente isolamento in casa, questi e molti altri insetti hanno trovato un ambiente favorevole e sono aumentati rispetto agli anni precedenti.

Le caratteristiche della mosca nera

La mosca nera, il cui nome tecnico è Simuliidae, vive infatti nei canali dei fiumi e pone le sue larve nella vegetazione a contatto con l’acqua dolce. Durante il lockdown, i letti dei fiumi non sono stati adeguatamente puliti, agevolando la loro riproduzione.

Cosa provoca la puntura della mosca nera

La puntura di questo insetto è molto fastidiosa. In Spagna aree come Valdebebas, San Fernando de Henares o Coslada stanno già registrando visite di emergenza per le persone con punture, che causano grande gonfiore.

Le persone più vulnerabili sono quelle che camminano vicino a fiumi, torrenti o cascate. Le autorità a consigliare di non camminare vicino ai corsi d’acqua come torrenti, fiumi o cascati. Oppure di farlo utilizzando repellenti caratterizzati da alta concentrazione di DEET, molto efficaci contro la mosca nera.

 

LEGGI COMMENTI

Articoli correlati