Ultimo aggiornamento martedì, 29 Settembre 2020 - 12:05

Guglielmo, il 19enne precipitato in via Aniello Falcone: la verita` sulla morte in un video

Cronaca
9 Febbraio 2020 10:36 Di redazione
2'

Il mistero della morte di Guglielmo Celestino e` racchiuso in dieci minuti in cui il ragazzo e` rimasto da solo fuori al locale ´Flame` in via Aniello Falcone. Questo il tempo trascorso dal momento in un amico che con lui era andata alla festa di compleanno, lo lascia all`esterno del locale per rientrare a recuperare i giacconi lasciati nel locale.

Le indagini dei carabinieri si muovono sui quei 9-10 minuti di tempo, cercando di ricostruire la casa della caduta nel vuoto e, dunque, la morte de 19enne. Dopo che gli investigatori hanno ascoltato i familiari della vittima, come racconta Il Mattino, si fa anche più chiara la ricostruzione di quella sera.

Giovedì, ore 22,30: Guglielmo esce di casa e insieme ad un amic) si dirige verso il “Flame” di via Aniello Falcone, dove è in corso una festa di compleanno. All’interno del locale tutta gente tranquilla, il tempo passa scandito dalle note della musica e dallo scorrere dei drink. L’amico che accompagna Guglielmo si accorge che l’amico non si sente bene, forse sta male con lo stomaco; a quel punto chiama il fratello del 19enne: “Vienici a prendere con la macchina, Guglielmo non sta tanto bene, è meglio se vieni a prenderlo”. Così il ragazzo resta solo in strada. mentre l’amico va a recuperare sciarpe e giubbotti lasciati nel locale. Saluta la comitiva, passano non più di nove-dieci minuti ma quando è di nuovo fuori, Guglielmo non c’è più.

Due importanti aiuti e, magari, la svolta alle indagini posso arrivare dall´esame autoptico sul corpo del giovane e dalle immagini di due telecamere di videosorveglianza privata, una delle quali proprio vicina all’ingresso del locale dove si teneva la festa.

2
Ultimo aggiornamento 10:36
LEGGI COMMENTI

Articoli correlati