Ultimo aggiornamento giovedì, 17 Ottobre 2019 - 12:38

Napoli, la super rimonta non basta: la Juve vince (4-3) con l’autogol di Koulibaly

Calcio Napoli
31 Agosto 2019 21:50 Di redazione
3'

Dopo una rimonta sublime, da 3-0 a 3-3, il Napoli perde in pieno recupero all’Allianz Stadium con un goffo autogol di Koulibaly. Ironia della sorte l’eroe della sfida si un anno e mezzo fa condanna la squadra di Ancelotti nel primo big match dell’anno.

Una partita pazzesca quella di Torino dove per 60 minuti la Juve domina e va avanti di tre reti, oltre alla traversa di Khedira. Poi il Napoli si sveglia e nel giro di un quarto d’ora riprende i Campioni d’Italia grazie ai gol dei tre nuovi acquisti Manolas, Lozano e Di Lorenzo. Sembrava fatta per gli azzurri, un punto strappato con i denti per come si era messa la gara. Invece nel finale un infortunio del difensore senegalese regala tre punti d’oro alla Juventus.

PRIMO TEMPO

Due gol, una traversa e un miracolo di Meret. E’ la sintesi della prima frazione di gioco tra Juventus e Napoli. I bianconeri dominano, corrono di più e approfittano degli errori della squadra di Carlo Ancelotti.

Disfatta azzurra, almeno per il momento, all’Allianz Stadium dove il primo tempo si è concluso sul 2-0 grazie al gol di Danilo (entrato da poco più di 20 secondi al posto dell’infortunato De Sciglio) e Gonzalo Higuain, autore di una giocata sublime in area di rigore avversaria: manda Koulibaly al bar e con un destro di prima intenzione infila la palla sotto la traversa.

Napoli che era partito anche meglio della squadra bianconera, con Allan vicino al vantaggio al 14′: grande parata di Szczesny sul tiro da fuori dal brasiliano. Poi sul corner seguente lo schema partenopeo si rivela un autogol: la palla arriva a Insigne al limite dell’area, il tiro del 24 azzurro viene ribattuto da un difensore della Juve che parte spietata in contropiede con lo scatenato Douglas Costa che serve un assist al bacio per Danilo che non può sbagliare.

La squadra di Ancelotti accusa il colpo e dopo appena tre minuti incassa il raddoppio con la perla di Higuain. La Juve sfiora due volte il terzo gol con Khedira: prima è bravo Meret ad apporsi da distanza ravvicinata, poi è sfortunato il centrocampista tedesco che, con fin troppa libertà, calcia dal limite e colpisce la traversa.

IL GOL DEL VANTAGGIO DI DANILO:

Il Napoli ha diverse potenziali occasioni da gol ma il trio offensivo è fuori partita. Mertens tocca pochi palloni, Insigne ne sbaglia troppi e Callejon al momento non è pervenuto. Ad aggravare la situazione sono i tre centrocampisti azzurri, letteralmente in balia del gioco di Maurizio Sarri. Allan appare fuori forma, Zielinski e Fabian Ruiz con poca personalità. In difesa Manolas sembra, al momento, un pesce fuor d’acqua, e Koulibaly ha sulla coscienza il raddoppio di Higuain.

C’è ancora la seconda frazione. Basta un gol per riaprire i giochi. Decisivi saranno i cambi di Ancelotti che darà sicuramente spazio a Lozano.

IL 2-0 DI HIGUAIN: LA GIOCATA DEL PIPITA UBRIACA KOULIBALY

LEGGI COMMENTI