Ultimo aggiornamento lunedì, 25 marzo 2019 - 19:54

“Non andate in ospedale, c’è la meningite”, l’audio whatsapp è una fake news

Frattamaggiore
10 Gennaio 2019 18:26 Di redazione
3'

Ha diffuso un messaggio audio whatsapp dove invitata i cittadini a non recarsi all’ospedale di Frattamaggiore perché c’era il serio rischio di contagio dovuto a un caso di meningite. Una fake news diventata subito virale che però vedrà l’Azienda Sanitaria Locale Napoli 2 Nord denunciare per procurato allarme l’autore del folle messaggio che ipotizzava addirittura la chiusura dell’ospedale.

Il caso di infezione da meningite – un ragazzo di 16 anni dell’hinterland napoletano – è stato effettivamente trattato dal Pronto Soccorso del San Giovanni di Dio nella notte del 9 gennaio per poi essere trasferito poche ore dopo all’ospedale Cotugno di Napoli, specializzato in malattie infettive. Già le prime evidenze cliniche e gli esami di laboratorio avevano spinto i sanitari a diagnosticare un caso di infezione meningococcica e ad avviare – come da prassi – le procedure di prevenzione dell’infezione: profilassi antibiotica per sanitari e familiari e contatti più stretti, adozione di mascherine per il personale in servizio, sostituzione dei filtri dei condizionatori.

Tuttavia, nella giornata di ieri (mercoledì 9 gennaio) dall’ospedale di Napoli era arrivata la notizia che si trattava di una meningite di tipo non infettivo che può colpire i soggetti che si trovano in una condizione di deficit immunitario. A fronte di un’inesistente pericolo, per l’intera giornata di ieri era stato diffuso il messaggio audio di un ragazzo che diceva:

Ragazzi annuncio importante, annuncio importante. Avvisate quante più persone. Non andate all’ospedale di Frattamaggiore perché c’è stato un caso di meningite. Il fatto è sicuro al 100% perché è il cugino di un amico di mia sorella. Un ragazzo di 17 anni […]. È stato prima ricoverato poi è andato in coma e poi è stato trasferito al Cotugno. Quindi non so se l’ospedale di Frattamaggiore sia chiuso o aperto, però non ci andate perché c’è questo caso di meningite e magari potrebbe essere contagioso. Non lo so. A me mi hanno detto di non andare”.

L’Azienda Sanitaria Locale intende denunciare per procurato allarme l’autore del messaggio, data l’inesistenza di pericoli per la cittadinanza. Anche a causa del diffondersi di tali notizie nella serata di ieri si è avuto una significativa riduzione degli accessi in Pronto Soccorso. L’azione dell’ASL è dettata anche dalla necessità di fronteggiare il continuo diffondersi di fake news.

LEGGI COMMENTI