Ultimo aggiornamento mercoledì, 17 ottobre 2018 - 08:03

Modena, donna carbonizzata in auto arrestato presunto killer: è un cuoco napoletano

Per il 34enne il sospetto di essere un assassino seriale

Cronaca
10 ottobre 2018 16:49 Di redazione
2'

L’accusa è pesante, non solo quella di omicidio ma anche il sospetto di essere un criminale seriale. Raffaele Esposito, 34enne cuoco napoletano, è stato arrestato dai carabinieri per l’assassinio di una giovane donna romena avvenuto lo scorso 10 settembre. La salma della vittima è stata identificata grazie a un chiodo endomidollare che era le era stato impiantato a seguito di un incidente stradale. “Ne risultano solo due del genere impiantati in Italia“, ha spiegato il comandante provinciale dei carabinieri di Modena, Giovanni Balboni.

La nuova notifica gli è stata consegnata in carcere in quanto Esposito è già detenuto al regime della custodia cautelare per il presunto e tentato sequestro di persona, denunciato da una ragazza 18enne a Savignano sul Panaro, e per la presunta violenza sessuale avvenuta a Zocca (in provincia di Modena) lo scorso 24 agosto, ai danni di una donna di 30 anni.

Il cadavere della giovane vittima, una prostituta di origine romena che si chiamava Vasilica Nicoleta Neata, è stato dato alle fiamme dopo l’omicidio. Il corpo carbonizzato era stato trovato a San Donnino, periferia di Modena. Ad aver incastrato il cuoco 34enne, è stato il frammento bruciato di un libro di scuola. Sulla copertina del libro di testo era riportato il nome della figliastra dell’indagato.

LEGGI COMMENTI