Ultimo aggiornamento domenica, 19 agosto 2018 - 18:26

Investita da un furgoncino, 64enne muore dopo due mesi di agonia

Cronaca
9 agosto 2018 15:58 Di redazione
2'

Rosa Porzio non ce l’ha fatta. La donna di 64 anni che due mesi fa è stata investita sul ciglio della statale 163 Amalfitana è deceduta dopo una lunga agonia.

Era il 3 giugno quando un anziano di 82 anni alla guida di un furgoncino di un negozio di antiquariato la colpì con il fanale anteriore destro facendola cadere prima contro il muro e poi con l’asfalto. Trasportata all’ospedale di Sorrento le sue condizioni apparsero subito disperate ai medici che stabilirono il trasferimento al San Giovanni Bosco di Napoli. La 64enne in coma è stata assistita per due mesi dalla sua famiglia, i figli e il marito non l’hanno lasciata sola nemmeno un attimo, non abbandonando la speranza che potesse risvegliarsi.

Purtroppo è deceduta dopo due mesi di coma, la Procura di Torre Annunziata ha già disposto l’autopsia, attraverso cui potrebbero emergere particolari sul decesso. L’anziano, che era diretto verso Positano, aveva una patente che non gli era stata rinnovata poiché mancavano i requisiti previsti dalla legge. Subito dopo l’incidente era scattata la denuncia a piede libero nei confronti dell’uomo, ora dopo il decesso della donna la sua posizione si aggraverà ulteriormente, i magistrati potrebbero contestargli il reato di omicidio colposo o stradale. Intanto si è diffusa la notizia del decesso di Rosa, molte persone stanno inviando messaggi di cordoglio al marito e ai figli. Tutti ricordano la donna con grande affetto.

LEGGI COMMENTI