Ultimo aggiornamento venerdì, 14 dicembre 2018 - 09:56

Stadio San Paolo, incontro tra il comune e il Napoli: c’è un principio di intesa

Tre ore di riunione tra ADL e i vertici dell'amministrazione. Assente il sindaco De Magistris. Sul piatto un accordo di 5 anni

Calcio Napoli
1 agosto 2018 12:30 Di redazione
2'

Da una parte l’assessore Ciro Borriello con il capo gabinetto del comune di Napoli Attilio Auricchio, insieme ai dirigenti dell’amministrazione Gea Olivieri Lucia Russo. Dall’altra il presidente Aurelio De Laurentiis e l’amministratore delegato della Filmauro Andrea Chiavelli.

La location dell’incontro durato circa 3 ore è stata l’Hotel Vesuvio, il motivo della riunione: cercare di trovare una quadra per lo stadio San Paolo. Come riportato da Il Mattino, l’accordo per la stesura e la firma di una convenzione è ancora lontano ma ci sarebbero stati grandi passi avanti per trovare un’intesa

Stiamo costruendo un percorso il Comune ha portato delle proposte, vale a dire il riconoscimento da parte del presidente della convenzione 2015-2016, la partita del dare e dell’avere tra Comune e Società e la proposta di una nuova convenzione quinquennale, testo in buona parte già condiviso. Il presidente mi è sembrato interessato e già oggi potrebbero esserci novità“, queste le dichiarazioni di Auricchio pubblicate da Il Mattino.

LEGGI ANCHE – L’opinione: San Paolo, l’indifferenza di Dema e Adl è una vergogna

Dunque sono state messe sul piatto quelle che sono le spettanze economiche di ambo le parti e soprattutto sarebbe stato avviato un discorso per un contratto quinquennale tra il comune di Napoli e la SSC Napoli. I problemi sono molteplici, il più importante è che l’impianto di Fuorigrotta rappresenta un bene pubblico che l’amministrazione (che versa in condizioni economiche disastrose) non può permettersi di svendere (avendo soprattutto il fiato della Corte dei conti sul collo).

LEGGI ANCHE – L’intervista: Sgambati, “la Corte dei conti interverrà sul San Paolo”

Un’altro riguarda la possibilità di una società privata di utilizzare alle migliori condizioni possibili una struttura pubblica. Per questo il comune avrebbe fatto leva sui lavori che sono in corso al San Paolo. Ma su questo De Laurentiis ha chiesto precise garanzie, soprattutto in merito alle tempistiche.

2
Ultimo aggiornamento 12:30
LEGGI COMMENTI