Ultimo aggiornamento mercoledì, 14 novembre 2018 - 08:42

Cavani e Di Maria, il Napoli e il top player indigesto al bilancio

Calcio Napoli
6 luglio 2018 13:10 Di Ciro Cuozzo
3'

Nel calciomercato le parole lasciano sempre il tempo che trovano. Idee, suggestioni, ipotesi. Spesso avviene l’esatto contrario di quello che si scrive o si dice qualche ora prima. E’ giusto fare una precisazione del genere perché ci ritroviamo da settimane alla prese con accostamenti alla maglia azzurra che, detto sinceramente, lasciano il tempo che trovano.

Da Benzema a Cavani passando per Di Maria. Nomi altisonanti, decisamente fuori budget, che fanno sognare i tifosi vogliosi dell’acquisto del grande nome, dimenticando che fino a questo momento il Napoli ha investito sul mercato oltre 80 milioni di euro, ingaggiando Verdi, Meret, Karnezis e Fabian Ruiz. In uscita al momento vi è il solo Jorginho che, salvo clamorosi colpi di scena, andrà al Manchester City per una cifra vicina ai 50 milioni di euro.

Al momento quindi il bilancio provvisorio del calciomercato del Napoli, per questa sessione di calciomercato, segna un meno 30 milioni. Non certo noccioline se si considera che l’ultimo esercizio la società di ADL lo chiuderà con 15 milioni di passivo nonostante la partecipazione alla Champions e il secondo posto in campionato.

Questo che significa? Che senza strutture, stadio di proprietà ed espansione nel mercato mondiale, il Napoli non potrà mai competere, economicamente parlando, con società già del calibro della Juve, figuriamoci i top club europei.

LEGGI ANCHE – ANCELOTTI CARICO: “L’OBIETTIVO E’ LO SCUDETTO”

Occorre vendere per acquistare e sostenere il monte ingaggi sempre più in aumento, non dimenticando, inoltre, che i vari Cavani, Benzema e Di Maria guadagnano attualmente più del doppio del giocatore più pagato del Napoli (Insigne con 3,6 milioni a stagione). Dunque toccherà a De Laurentiis andare oltre le regole del bilancio a lui tanto care e provare a compiere uno sforzo economico per rinforzare ulteriormente la rosa. Sforzo in realtà già compiuto con l’arrivo di Carlo Ancelotti che, conti alla mano, costerà al Napoli più del triplo rispetto a Maurizio Sarri. Il primo guadagnerà 6 milioni netti (12 lordi) per tre anni (totale 36 milioni), il secondo guadagnava 1,5 milioni a stagione più bonus. Fatevi due conti…

Solo nell’ottica dello sforzo di ADL, un Angel Di Maria o un Edinson Cavani potrebbero venire a Napoli. Il resto sono chiacchiere da calciomercato, che servono a vendere giornali, fare click sui siti internet e stimolare la fantasia del tifoso.

LEGGI ANCHE – ADL E LA SUGGESTIONE DEL PASSATO: “DA VOI E’ FELICE”

LEGGI COMMENTI