Voce di Napoli | Navigazione

Madre e figlio salvati in spiaggia: lei aveva perso la placenta

La donna ha iniziato ad avere dei dolori e a perdere sangue. Immediato il ricovero e l'intervento. Lei e il bambino stanno bene

Ha iniziato a perdere sangue mentre era in spiaggia, così una giornata trascorsa serenamente al mare sarebbe potuta diventare un incubo per una madre. Per fortuna la tragedia è stata sventata grazie al tempestivo intervento dei medici.

Una donna incinta ha perso la placenta, caso ha voluto che si trovasse a poca distanza dall’ospedale Ruggi di Salerno. Giunto al nosocomio è stata immediatamente soccorsa e sottoposta ad un intervento che ha permesso di farla partorire.

Il neonato che è nato ha solo 7 mesi e pesa 1,350 kg. Per questo, nonostante sia in buone condizioni, si trova ricoverato in incubatrice presso la terapia intensiva. La mamma sta bene, dal suo arrivo in reparto fino all’iniezione della flebo, dei prelievi, del trasferimento in barella, dell’arrivo dell’anestesista, del personale di sala operatoria, del neonatologo, della preparazione del banco operatorio e del taglio cesareo, ci sono voluti solo 9 minuti.