Ultimo aggiornamento giovedì, 18 ottobre 2018 - 14:27

Arrestata dottoressa, così minacciava l’anziana disabile: “Mille euro o niente invalidità”

Cronaca
13 giugno 2018 14:04 Di redazione
2'

Per riconoscere l’invalidità civile a una signora di 90 anni aveva chiesto all’avvocato della stessa la consegna sottobanco di ben mille euro. E’ stata arrestata in flagranza una dottoressa di 64 anni, residente a Salerno ma con uno studio a Nocera Inferiore dove l’anziana donna era residente. I militari l’hanno arrestata mentre intascava 500 euro dall’avvocato che nel frattempo aveva denunciato tutto ai carabinieri della stazione Sant’Antonio Abate.

La dottoressa, un medico chirurgo, era stata nominata consulente tecnico dal tribunale di Nocera Inferiore nell’ambito di un procedimento giudiziario nei confronti dell’Inps per il riconoscimento dell’invalidità civile ad una portatrice di handicap di 90 anni. La professionista ne aveva da subito approfittato, rivolgendosi al legale della ricorrente a cui aveva prospettato l’esito negativo della richiesta. Il parere sarebbe potuto diventare favorevole solo se le avessero consegnato sottobanco 1000 euro.

Il legale non ci ha pensato due volte ed ha presentato denuncia ai carabinieri facendo partire le indagini culminate con l’arresto in flagranza della dottoressa che ora dovrà rispondere di concussione. Dopo le formalità la donna è stata condotta nel carcere di Salerno-Fuorni. Il denaro è stato restituito all’anziana.

Che cos’è la concussione? E’ il reato del pubblico ufficiale che, abusando della sua qualità o delle sue funzioni, costringa (concussione violenta) qualcuno a dare o promettere indebitamente, a lui o a un terzo, denaro o altra utilità anche

LEGGI COMMENTI