Ultimo aggiornamento mercoledì, 14 novembre 2018 - 21:54

Laurea Honoris Causa ad Alberto Di Monaco alla Parthenope: “Grande sensibilità per le scienze del mare”

Eventi
16 maggio 2018 16:24 Di Sveva Scalvenzi
4'

Questa mattina l’Università degli Studi di Napoli “Parthenope” ha conferito la Laurea Honoris Causa in “Scienze e Tecnologie della Navigazione” al Principe Alberto II di Monaco. Presenti nella splendida location di Villa Doria d’Angri il Presidente della Regione Vincenzo De Luca, i rettori dell’Orientale, Luigi Vanvitelli, e dell’università del Sannio, Filippo De Rossi, Nino Daniele per il Comune di Napoli,  il console di Monaco a Napoli Mariano Bruno, l’ambasciatore di Monaco Robert Fillon, il prefetto Carmela Pagano, il console francese Jean Paul Seytre e il presidente del tribunale Ettore Ferrara.

Il principe è arrivato puntualissimo, è andato a indossare la toga e con i professori presenti ha sfilato in un corteo per entrare nella sala dove si è tenuta la cerimonia. Ad aprire la discussione è stato il rettore dell’ateneo, Alberto Carotenuto che ha ringraziato i presenti e lasciato la parola per la laudatio al professor Giorgio Budillon, Direttore del Dipartimento di Scienze e Tecnologie, che ha spiegato l’importanza di tale conferimento a un personaggio come il principe Alberto II di Monaco:
Il Principe Alberto II ha sviluppato negli anni un’entusiastica passione per l’esplorazione e per la ricerca scientifica, arricchendo e amplificando quanto compiuto in precedenza dalla sua famiglia. La dinastia Grimaldi ha infatti sempre mostrato una particolare sensibilità ed un forte impegno nei confronti delle problematiche ambientali, ponendo tutto il Principato di Monaco, all’attenzione del mondo intero per le ricerche marine“, ha ripercorso gli impegni di tutta la dinastia Grimaldi nelle ricerche marine, sottolineando le attività svolte in prima persona da Alberto II: “Siamo felici e onorati di conferirLe questa Laurea Magistrale nella consapevolezza che il Suo carisma, il Suo esempio, la Sua passione e la Sua determinazione saranno elementi chiave per diffondere l’esigenza di approfondire la cultura del mare in un contesto di cambiamenti climatici globali e in un’ottica di uso sostenibile delle risorse“.

Ha poi preso la parola il Principe Alberto: “Porgo un sentito ringraziamento per le parole espresse nei miei confronti che mi hanno profondamente toccato (…).  A Napoli come a Monaco, abbiamo il privilegio di toccare concretamente problematiche legate all’ambiente marino attraverso lo spettacolo quotidiano del Mar Mediterraneo, che noi tutti sappiamo quanto sia al contempo prezioso e fragile (…). Oggigiorno questo mare sopporta la stragrande maggioranza delle sfide dei nostri tempi e rappresenta il teatro di numerosi drammi. Il Mediterraneo subisce le tensioni economiche, sociali, culturali e religiose del nostro mondo (…).  Agire insieme per il Mediterraneo vuol dire agire assieme con le società civili, con tutti coloro che come voi, come me, abitano attorno a questo mare e si preoccupano per il suo avvenire (…). Insieme agli scienziati, attorno al loro lavoro sarà possibile far convergere la potenza degli Stati e l’energia delle società civili per preservare il Mediterraneo e costruirci un nuovo modello di sviluppo, un modello che sarà condiviso perché il Mediterraneo oggi più he mai deve rimanere un luogo di incontro e non di divisione per il nostro mondo” e citando Fernand Baudel, grande storico e pensatore dell’originalità mediterranea che parlava di unità, ha concluso: “Ed è proprio quest’unità che dobbiamo preservare proteggendo il nostro mare e sono certo che l’incontro delle discipline e l’unione dei talenti siano nel cuore della vostra Università“. Al termine della discussione il rettore Carotenuto ha donato al principe una sirena stilizzati, simbolo della città di Parthenope, in ricordo di questa giornata.

Alberto di Monaco e gli altri ospiti si sono poi spostati sulla meravigliosa terrazza di villa Doria D’Angri che affaccia sul Golfo di Napoli, dove il principe ha ammirato lo splendido panorama. Per lui un menù speciale preparato dal grande chef Gennarino Esposito che ha preparato diverse pietanze per fargli assaporare i gusti partenopei.

Il video della giornata

LEGGI COMMENTI