Ultimo aggiornamento giovedì, 19 luglio 2018 - 21:50

Brumotti aggredito a Caivano, non solo messaggi di solidarietà per l’inviato di Striscia la Notizia

Cronaca
12 gennaio 2018 08:30 Di redazione
2'

Dopo che giovedì sera è andato in onda il servizio di Striscia la Notizia che documentava l’aggressione subita da Vittorio Brumotti e la troupe al Parco Verde di Caivano, il filmato è diventato virale. L’inviato, famoso per essere uno spericolato ciclista, non è la prima volta che è vittima di violenze.

Questa volta Brumotti si era recato a Caivano per documentare il giro di spaccio all’interno del Parco Verde, famoso per essere zona in cui si svolgono diversi traffici illeciti di droga. Sapendo che la zona poteva essere pericolosa, la troupe di Striscia la Notizia è andata con l’auto blindata. Non appena sono arrivati, sono stati aggrediti e soltanto l’intervento delle forze dell’ordine ha evitato che accadesse il peggio. In queste ore sono moltissimi i messaggi che stanno arrivando all’inviato.

Questa volta il popolo della rete si è diviso, da un lato c’è chi sta dando tutto il proprio sostegno a Brumotti, complimentandosi per il suo coraggio, dall’altro c’è chi lo attacca dicendogli che è un incosciente e che era inevitabile accadesse un episodio del genere. Tempo fa era stato aggredito anche a Milano, proprio mentre stava riprendendo un giro di spaccio, in tanti credono che se le vada un po’ a cercare.
C’è anche un filone di persone che lamenta il fatto della cattiva pubblicità a Napoli e al suo hinterland, dicendo che siamo alle solite, che si parla sempre male di questi luoghi e che non mostrano mai le vere cose belle.
Insomma l’aggressione a Brumotti ha suscitato un lungo dibattito, ad ogni modo anche chi gli ha detto di aver rischiato troppo, recandosi in una zona di spaccio con le telecamere, cosa che va detto a onor del vero fece anche nel capoluogo lombardo, ha espresso tutta la sua solidarietà per quanto accaduto.

1
Ultimo aggiornamento 08:30
LEGGI COMMENTI