Ultimo aggiornamento giovedì, 19 luglio 2018 - 21:50

Blitz dei carabinieri, ferito in un conflitto a fuoco il latitante Filippo Ronga

Affiliato al clan Ranucci di Sant'Antimo, le sue condizioni non sarebbero gravi. Era ricercato dal 2013

Cronaca
12 gennaio 2018 23:44 Di redazione
2'

E’ stato arrestato nel corso di un conflitto a fuoco con i carabinieri Filippo Ronga, 41 anni, elemento di spicco del clan Ranucci di Sant’Antimo (Napoli). Latitante dal cinque anni, l’uomo è stato ferito da un proiettile a una spalla durante un inseguimento a Formia (Latina) dopo aver forzato un posto di blocco dei militari della compagnia di Giugliano.

Il blitz dei carabinieri è scattato poco dopo le 20.30 di venerdì sera. Ronga, consapevole di essere ricercato, non si è fermato all’alt imposto dai carabinieri in piazza Sant’Erasmo nel quartiere Castellone. E’ sceso dall’auto, insieme ad altre due persone (un uomo e una donna), e ha iniziato una fuga a piedi.

Durante la stessa uno dei tre avrebbe estratto una pistola e i militari hanno aperto il fuoco ferendo Ronga. Trasportato all’ospedale di Formia, il 41enne non è in gravi condizione ed è piantonato dai carabinieri.

Ronga è considerato dagli investigatori un elemento di spicco del clan Ranucci, in lotta con i rivali dei Puca per il controllo degli affari illeciti a Sant’Antimo e nei comuni limitrofi. Nell’aprile del 2017 un ordigno venne fatto esplodere davanti al negozio “L’angolo di Luisa” al Corso Garibaldi a Sant’Antimo, con la titolare, la signora Luisa, considerata almeno fino a qualche anno fa la compagna proprio di Filippo Ronga.

SEGUONO AGGIORNAMENTI

2
Ultimo aggiornamento 23:44
LEGGI COMMENTI