Ultimo aggiornamento giovedì, 18 ottobre 2018 - 00:01

Raccolta differenziata a Napoli vanificata, l’inciviltà c’è, ma gli addetti ai lavori facciano la loro parte

Un lettore ha segnalato come le campane per la raccolta dei rifiuti siano colme di sacchetti a causa del mancato ritiro per giorni

Ambiente
11 gennaio 2018 15:42 Di Sveva Scalvenzi
3'

Qualche giorno fa il sito dell’ASIA ha pubblicato un messaggio in cui ha denunciato l’aumentare di comportamenti scorretti da parte di quei cittadini che non rispettano le regole della raccolta differenziata, rendendo impossibile il riciclo, definendoli “I bastardi della differenziata“. Appellativo forte, ma come ha spiegato il presidente dell’azienda napoletana che si occupa della raccolta dei rifiuti, necessario per far comprendere l’entità del danno che creano.

In questi ultimi giorni stiamo riscontrando, su ampie zone della città, l’intensificarsi di comportamenti scorretti di Raccolta Differenziata.
Nelle campane bianche adibite alla raccolta della carta riscontriamo, quotidianamente, la presenza di altre frazioni che impediscono per diniego il conferimento agli impianti di smaltimento. Ciò comporta danni ingenti, economici e d’immagine, all’intera Città di Napoli e quindi a coloro che con fatica giorno dopo giorno attuano con grande SENSO CIVICO e AMBIENTALE una corretta raccolta differenziata (…)“, questo l’inizio del messaggio. Conclusosi con l’avviso che sono state messe in campo due task force per contrastare il fenomeno, punendo con sanzioni gli atteggiamenti scorretti da parte di chi “inquina” la raccolta differenziata.

Il messaggio dell’ASIA ha avuto un forte impatto mediatico. E’sicuramente innegabile la presenza di un’alta componente di inciviltà a Napoli che vanifica la raccolta differenziata, così come va detto che c’è anche molta ignoranza rispetto al tema e può capitare che chi si impegna, sbaglia.
Ma va detto, a onor del vero, che la raccolta differenziata corretta con successivo riciclo dei rifiuti è invalidata anche dalla mancata raccolta puntuale dell’immondizia.

Come un lettore ha segnalato alla redazione di VocediNapoli.it molto spesso passano giorni prima che gli operatori dell’ASIA svuotino le campane di raccolta, così è inevitabile che i sacchetti siano poggiati per terra e si mischino tra di loro, vanificando l’impegno dei cittadini che differenziano la loro immondizia:
Le campane della differenziata a via Monte di Dio.. è vero che l’Asia ha scritto un post di fuoco sui “bastardi della differenziata” ma se da una settimana non vengono a prelevare i rifiuti purtroppo è inevitabile che si mischino accumulandosi al di fuori delle campane.. e fa rabbia vedere che i nostri sforzi di cittadini di differenziare i rifiuti siano vanificati dall’inefficienza dell’azienda municipale!“, questo il messaggio di un residente.

Dunque va bene la denuncia costruttiva finalizzata alla sensibilizzazione per un corretto comportamento che renda efficace la raccolta differenziata. Così come è lecito effettuare controlli per contrastare le infrazioni.
Ma serve anche un maggior sforzo da parte dell’azienda per evitare che i rifiuti si accumulino fuori dalle campane e dai cassonetti, con la conseguente vanificazione dell’impegno di quei cittadini che differenziano correttamente. Perché l’inciviltà della gente fa sicuramente la sua parte, ma anche l’inadempienza degli addetti ai lavori non scherza.

Foto delle campane piene inviata da un lettore di VocediNapoli.it

Campane in via Monte di Dio

Il messaggio pubblicato sul sito dell’ASIA

LEGGI COMMENTI