Ultimo aggiornamento sabato, 18 novembre 2017 - 18:30

Ippodromo di Agnano, salvati 23 posti di lavoro: “Ora intervenga il Comune”

Cronaca
13 novembre 2017 17:37 Di redazione
2'

Sciolta positivamente dai lavoratori dell’ Ippodromo di Agnano l’ipotesi di accordo sottoscritta con la società durante l’incontro svoltosi venerdì 10 novembre in sede Ufficio Regionale del Lavoro. L’accordo prevede l’uscita di 5 lavoratori verso la pensione e l’utilizzo dell’ammortizzatore FIS, fondo integrazione salariale, e tra l’altro , fatto significativo, l’erogazione, a carico dell’impresa, del ticket restaurant e l’utilizzo gratuito della mensa aziendale. Un’intesa che ha consentito di salvare, almeno fino al 31 marzo 2018, ben 23 posti di lavoro.

L’accordo ha come periodo temporale di riferimento 1 dicembre-31 marzo del 2018. Tale periodo tiene conto del fatto che: entro il 31 marzo del 2018, dovrebbe essere approvato e messo a gara, da parte del Comune di Napoli, il piano di sviluppo, presentato dalla Ippodromi Partenopei e, fortemente, voluto dalle Organizzazioni Sindacali. A questo proposito il Segretario della UilCom Campania Massimo Taglialatela dichiara: “Tale piano, se approvato definitivamente, consente di aprire una prospettiva nuova e auguriamo positiva sulla tenuta dell’impianto di Agnano e della sua occupazione”.

Ippodromo di Agnano

Vista la grave crisi del settore ippico con un calo delle scommesse costante e un minor gettito da parte del Ministero dell’ Agricoltura l’unica prospettiva possibile, continua il Segretario della UilCom, è quella di accompagnare questa parte di attività con nuovi lavori che possono generare ulteriori risorse. “L’Ippodromo di Agnano” – afferma Massimo Taglialatela – “in questi anni è diventato un punto di riferimento, di attività ricreative ed uno spazio verde a disposizione della città. In tutto questo diventa decisivo il ruolo delle Istituzioni a partire dal ministero dell’Agricoltura” aggiunge il leader della UilCom Campania Massimo Taglialatela. “Inoltre – conclude –  è fondamentale il ruolo del Comune e della Regione che devono sostenere questo progetto, individuando attività e risorse da destinare a quest’area di grande interesse pubblico ed ad alta densità occupazionale per questo secondo noi la sfida si può vincere”.

LEGGI COMMENTI

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi