Ultimo aggiornamento giovedì, 26 aprile 2018 - 15:09

Follia nell’avellinese, vuole fare sesso con la figlia dell’amico e minaccia di incendiarla viva

Cronaca
13 novembre 2017 18:09 Di redazione
2'

E’ accaduto a San Potito Ultra, in provincia di Avellino, dove un uomo di 64 anni è stato arrestato dai carabinieri dopo aver provato a violentare e dare fuoco a una giovane donna, figlia di un suo amico.

Una vicenda inquietante che si è consumata in un contesto familiare, il 64enne era amico della famiglia della giovane di cui aveva perso la testa. L’uomo ha provato in tutti i modi a farla cedere alle sue avances con scarsi risultati. Così questa mattina, sapendo che la ragazza era sola in casa, si è recato nell’appartamento e ha provato a violentarla. Con sé aveva portato due taniche di benzina, 6 corde di nylon e una mazza.

Dopo essere entrato in casa ha provato ad avere un rapporto con la giovane, minacciandola che se non avesse ceduto le avrebbe dato fuoco. L’uomo si è fermato non appena è suonato il campanello, erano i carabinieri giunti sul posto a seguito di una segnalazione. La ragazza aveva il volto pieno di lividi ed era visibilmente sconvolta. I militari sono riusciti a catturare il 64enne, che intanto si era dato alla fuga, poco lontano dall’appartamento. Per fortuna le forze dell’ordine sono intervenute in tempo, evitando che accadesse una tragedia.

LEGGI COMMENTI

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi