Ultimo aggiornamento martedì, 16 Luglio 2019 - 21:04

Giocattoli, movida e camorra: il Riesame scarcera i fratelli Esposito

Calcio Napoli
13 Luglio 2017 18:03 Di Ciro Cuozzo
2'

Sono stati scarcerati a distanza di tre settimane dal loro arresto. I fratelli Gabriele, Francesco e Giuseppe Esposito, i re della movida napoletana che avevano frequentazioni anche con i giocatori del Napoli (da Reina ai fratelli Cannavaro, passando per Callejon e l’ex Higuain) sono tornati in libertà dopo la decisione del tribunale del Riesame.

Accolta, in attesa delle motivazioni che saranno note tra trenta giorni, la tesi dei legali Domenico Dello Iacono e Roberto Saccomanno secondo i quali l’intestazione fittizia di beni (una sala scommessa da 100mila euro in piazza Mercato) non ha mai avuto l’intenzione di aggirare lo Stato. Da una visura camerale è emerso infatti che i tre imprenditori, specializzati nella commercializzazione dei giocattoli, sono intestatari di un patrimonio di diversi milioni di euro tra case, società e altri beni.

Nell’inchiesta svolta dalla Direzione Investigativa Antimafia di Napoli erano emersi legami con il clan Contini e in particolare con Ettore Bosti (Ettoruccio ‘o russo, arrestato nel marzo del 2016), figlio di Patrizio e nipote di Edoardo Contini. I tre fratelli si erano rivolti proprio a Bosti per avere uno sconto sulla richiesta di pizzo ricevuta da Salvatore Maggio, pericoloso killer del clan arrestato sempre lo scorso anno da latitante in un resort di lusso a Vico Equense.

Gli Esposito, secondo quanto sostenuto dai legali, hanno intestato il centro scommesse Eurobet di piazza Mercato a un loro dipendente per evitare di ricevere richieste di racket. Cosa poi avvenuta lo stesso con i fratelli Esposito (che secondo quanto emerso dalle indagini sostenevano economicamente la famiglia Palazzo, loro parenti considerati referenti dei Sarno nella zona di piazza Mercato, dopo l’arresto di Vincenzo) si sono rivolti al clan Contini per chiedere protezione e uno sconto sulla tangente da versare mensilmente a Maggio. Tangente poi eliminata grazie all’amicizia con Ettore Bosti. Proprio Bosti aveva frequentazioni con i fratelli Esposito, specie con Giuseppe e Gabriele, nel mondo della movida notturna napoletana.

1
Ultimo aggiornamento 18:03
LEGGI COMMENTI