Lo scorso 7 aprile sono stati raggiunti dalla misura cautelare del divieto di dimora nel comune di Napoli insieme agli altri “colleghi” abusivi. Marito e moglie, due dei sette parcheggiatori abusivi coinvolti nel blitz dei carabinieri a Posillipo, sono più volte tornati nella propria abitazione nel quartiere residenziale di Napoli.

I carabinieri della stazione di Posillipo hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal gip di Napoli su richiesta della locale Procura, nei confronti della coppia di coniugi. I militari, che hanno continuato a monitorare il fenomeno e i movimenti dei destinatari dei provvedimenti, hanno riscontrato che i marito e moglie in più occasioni erano tornati a casa.

Leggi anche  Rissa tra donne a San Giuseppe Vesuviano, moglie tradita aggredisce con le amiche l'amante

Durante le fase dell’arresto, il figlio della coppia ha reagito violentemente all’intervento dei militari ed è stato arrestato per violenza e resistenza a pubblico ufficiale. Il giovane ha provato a difendere in tutti i modi i genitori scagliandosi contro i carabinieri che hanno faticato non poco per bloccarlo.

LEGGI COMMENTI
Articolo di redazione
Pubblicato il , in