Ultimo aggiornamento domenica, 20 agosto 2017 - 17:19

Errico Porzio vince il premio pizza gourmet HoReCoast 2017

locali
23 marzo 2017 18:15 Di Elvia Puglisi
3'

Si è appena concluso con successo al Lloyd’s Baia Hotel di Vietri sul Mare (Sa) la terza edizione della fiera-evento dedicata al mondo dell’Horeca (settore dell’industria alberghiera n.d.r.) l’HoReCoast 2017, un vero e proprio appuntamento con il gusto. Nella splendida cornice della costiera Amalfitana, tra workshop, cooking match e degustazioni, piccole e medie aziende leader del settore della ristorazione e dell’accoglienza, hanno avuto l’opportunità di far conoscere il proprio business ai partecipanti, incontrare prospect interessanti, orientare scelte strategiche e soprattutto firmare nuovi contratti.

Nell’ambito della kermesse si è distinto l maestro pizzaiolo Errico Porzio della pizzeria Porzio di Soccavo, che  ha letteralmente mandato in estasi giudici, curiosi, addetti ai lavori, con una delle sue ultime creazioni più apprezzate: la pizza Kellalà. che si è aggiudicata il premio “pizza gourmet”. Impasto preparato con farina di grano con germe vitale e quindi dagli alti contenuti nutrizionali, sale rosa dell’Himalaya, un sale naturale al 100%, ricco di sali minerali, cornicione ripieno di latte cotto di casa Turillo, polpettone di chianina al ragù e ciliegine di mozzarella di bufala, mentre “il ventre” della pizza è composto da una Margherita con bufala condita a fine cottura con scaglie di provolone del monaco e olio Evo.

Questa la ricetta vincente che il maestro Porzio ha messo a punto, conquistando il consenso di critici, palati fini ed estimatori dei sapori più ricercati, dopo aver già consolidato una forte notorietà tra il popolo del web, conquistando la fama di pizzaiolo social, per la sua capacità di utilizzare la visibilità dei social network per farsi conoscere ed apprezzare. Le sue pizze sono infatti diventate degli autentici fenomeni virali, come: la pizza poker, il pizzimbocca, metà pizza e metà saltimbocca, la kellalà e la recentissima ke pizza.

Socio fondatore dell’ “Associazione Pizzaioli Margherita Regina” e vice-presidente dell’Istituto Nazionale della Pizza”, ma soprattutto un perno inamovibile della scuola di formazione SPN (scuola pizzaioli napoletana), Errico Porzio muove i primi passi nel mondo della pizza a soli 13 anni, rubando ogni piccolo trucco del mestiere senza però mai tralasciare gli studi. Oggi, a 41 anni, il pizzaiolo di Soccavo è uno dei nomi più affermati nonché professionista di spessore, diventato celebre grazie alle pizze sulle quali si diletta a raffigurare le effigie di personaggi celebri del mondo dello sport e dello spettacolo.

Da diversi anni, inoltre, viene assunto come consulente da realtà ristorative operanti in tutto il mondo per l’allestimento dei menù e per impostare le basi utili per avviare un’attività di successo. Innumerevoli, inoltre, le sue presenze collezionate nel corso di diversi festival della pizza e dello street food in tutta Italia, oltre che nell’ ambito di fiere, non solo gastronomiche.

LEGGI COMMENTI

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi