Ultimo aggiornamento giovedì, 11 Agosto 2022 - 18:00

La prova che l’anima esiste ed è immortale la da la fisica quantistica

Curiosità
26 Settembre 2016 15:36 Di redazione
2'

L’ultima notizia dal mondo della scienza riguarda l’esistenza dell’anima e la sua immortalità. Un argomento su cui, sin dalla notte dei tempi, si dibatte. In molti hanno tentato di provare l’immortalità dell’anima. Questa volta la spiegazione la da la fisica quantistica.

La prova che l'anima esiste ed è immortale la da la fisica quantistica

Due grandi studiosi di fama mondiale, l’americano Stuart Hameroff, professore nel Dipartimento di Anestesiologia e Psicologia e Direttore del Centro di Studi della Coscienza dell’Università dell’Arizona e il fisico inglese, Roger Penrose, hanno creato una teoria quantistica della coscienza. Secondo i due scienziati, che lavorano a questa teoria dal 1996, le anime si trovano all’interno di alcune strutture, che hanno il nome di microtubuli, che si trovano all’interno dei neuroni, le cellule celebrali.

La composizione dell’anima è di prodotti chimici quantistici, che non appena si arriva al momento della morte, si disperdono nell’universo. Il cervello, secondo loro, sarebbe un computer biologico, all’interno del quale si registra tutto. La coscienza, invece, sarebbe il programma per i contenuti quantistici del cervello, che continua ad esistere anche dopo che una persona muore.

Secondo loro, inoltre, l’esperienza delle nostre coscienze sarebbe il risultato degli effetti della gravità quantistica all’interno dei citati microtuboli. Prima di morire questi sistemi perdono lo stato quantico, ma le informazioni che contiene non si distruggono e si disperdono nell’universo. Quindi, l’anima non muore.

Come ha spiegato il dottor Hameroff: “Il cuore smette di battere, il sangue cessa di scorrere e i microtuboli perdono il loro stato quantico“.  Secondo lui, inoltre, gli effetti quantistici starebbero cominciando a confermare questa teoria. Se così fosse verrebbe comprovata l’esistenza dell’anima e la sua immortalità.

LEGGI COMMENTI