Ultimo aggiornamento mercoledì, 18 Maggio 2022 - 20:10

Gomorra all’ultimo atto, cosa succede a Genny e Ciro: il finale inaspettato

News
18 Dicembre 2021 08:44 Di redazione
2'

Dopo tanti colpi di scena alla fine il male, rappresentato dalla camorra, si uccida da solo. Così è terminata, la scorsa sera, l’ultimo atto della quinta stagione della celebre serie Gomorra. Arrivata alla fine dopo ben 7 anni di riprese.

Il finale

Alla fine i protagonisti Genny e Ciro muoiono entrambi in una sparatoria, difendendosi fino alla fine per far scappare e salvare Azzurra e il figlio Pietro. Dopo averli messi in “sicurezza” su una barca Genny torna sulla spiaggia per ricongiungersi con Ciro ma proprio in questo frangente viene sparato e colpito a morte. Mentre sembra che è sopravvissuto solo l’immortale anche lui viene raggiunto da dei colpi di arma da fuoco che gli causano la dipartita: Gomorra finisce qui.

Il ricordo dei protagonisti

 “Caro Genny, sette anni ero solo un ragazzo di periferia che sognava di fare l’attore – spiega Salvatore Esposito -. E per realizzare quel sogno ti ho dato il mio corpo, la mia voce, la mia anima. Ti ho dato tutto me stesso. Il tuo dramma e’ stato il mio dramma, le tue ferite hanno segnato anche me. Abbiamo vissuto ciascuno lo vita dell’altro”

“La stanza e’ buia, una luce tenue filtra dal lucernaio – scrive, invece, Marco D’Amore -. C’e’ odore di sigarette, spente accese mille volte. Stai seduto in un angolo, mi dai le spalle. Io in piedi a pochi metri. Silenzio. Ti passi una mano sul cranio lucido. Poi come fai tu, ti volti appena, mi guardi, i tuoi occhi brillano di una luce violenta. Vieni vicino. Riduci la distanza con quel modo che hai di arrivare ad un centimetro dal volto, il collo proteso in avanti. Vorrei dirti tante cose, abbracciarti forse. Ma so che non posso nulla. Sei tu il protagonista. Il tuo sguardo e’ duro, come se mi rimproverassi qualcosa. Poi d’improvviso sorridi, come poche volte hai fatto. Mi dai due piccoli buffetti sul volto. “Fa o’ bravo”, dici. Poi cammini fino alla porta, l’apri e te la chiudi alle spalle senza voltarti”.

LEGGI COMMENTI

Articoli correlati