Ultimo aggiornamento venerdì, 23 Luglio 2021 - 18:37

Capo Miseno, ragazze cacciate dalla spiaggia perché lesbiche: “Dovete andare via, cosa dico a mia nipote?”

Cronaca
19 Luglio 2021 11:43 Di redazione
3'

Due ragazze aggredite verbalmente e invitate in modo brutale a lasciare la spiaggia perché lesbiche. E’ accaduto a Capo Miseno e a denunciarlo è Francesco Emilio Borrelli, che è stato contattato da una delle due giovani che gli ha voluto raccontare lo spiacevole episodio di cui è stata vittima assieme alla compagna.

Quanto accaduto a Capo Miseno è stato ripreso in un video che ha pubblicato il consigliere regionale. Le due ragazze hanno raccontato che mentre si godevano l’ombra sotto il loro ombrellone, sono state avvicinate da un signore che avrebbe iniziato a insultarle e poi le avrebbe chiesto di andar via poiché la loro presenza avrebbe confuso la nipotina di 6 anni. Una delle giovani ha spiegato a Borrelli che con la compagna non avevano avuto alcun atteggiamento eccessivo e si erano solo scambiate un bacio molto ‘casto’.

Ragazze cacciate da spiaggia a Capo Miseno perché lesbiche

Le giovani si sono rifiutate di andar via, ma il signore è tornato accompagnato dalla figlia e la situazione qui è degenerata. In difesa della coppia sono intervenuti alcuni ragazzi che hanno preso le parti delle due fidanzate, uno di loro è stato colpito dall’anziano con la mazza dell’ombrellone. La figlia, invece, ha colpito al braccio una delle giovani iniziandola ad attaccare.

“Si è avvicinato all’improvviso un signore che ci ha chiesto di andare via perché la nostra presenza suscitava dubbi a sua nipote che cominciava farsi domande. In realtà noi non avevamo dato vita a comportamenti osceni di alcun tipo, c’era stato solo un bacio anche molto casto e la bambina per quello che abbiamo notato noi, neanche ci aveva guardato ed era intenta a giocare. Ma il signore insisteva, voleva che ci allontanassimo e ha cominciato a sbraitare ma noi ci siamo rifiutate di andarcene. Sembrava essersi arreso quando l’uomo è ritornato, stavolta accompagnato da sua figlia, ed ha cominciato ad attaccare noi e alcuni ragazzi che ci stavano difendendo. L’uomo anziano ha colpito un ragazzo con l’asta di un ombrellone mentre la donna ha preso a schiaffi il mio braccio dopo avermi lanciato diverse accuse, incolpandomi di cose mai fatte. Ad esempio faceva continuamente riferimento alla mia nudità ma io indossavo un bikini, proprio come lei. Ci siamo sentite profondamente umiliate, non abbiamo fatto nulla di male, volevamo soltanto trascorrere una giornata al mare come qualsiasi altra persona”, questo il racconto delle giovani.

Sotto al video pubblicato da Francesco Emilio Borrelli sono comparsi moltissimi messaggi di solidarietà per le due giovani.

Il video dell’aggressione a Miseno

LEGGI COMMENTI

Articoli correlati