Ultimo aggiornamento sabato, 17 Aprile 2021 - 21:40

Follia in famiglia, picchiata e stuprata dal padre a 15 anni perché lesbica

Cronaca
24 Febbraio 2021 17:39 Di redazione
2'

Follia a Palermo, violenta la figlia e poi la picchia perchè lesbica. La Procura di Termini Imerese  ha chiesto una condanna a otto anni di carcere per l’uomo. Una terribile storia che risale a quando la giovane aveva 15 anni. Sul banco degli imputati oltre il padre anche la madre, per cui invece il pm ha chiesto due anni di reclusione.

Follia in famiglia, violenta la figlia perché lesbica e poi la investe con la macchina

A raccontare tutto agli inquirenti fu proprio la ragazza, che ha riportato anche le parole che il padre le disse durante gli abusi: “Queste cose devi guardare, non le donne“. E poi avrebbe ancora detto, con la moglie: “Meglio morta che lesbica”, dopo averla rinchiusa nella camera da letto.

La ragazza ha anche tentato più volte il suicidio in seguito a quanto le è accaduto. Sono passati 10 anni da quelle violenze, la vittima, che oggi ha 25 anni, si è costituita parte civile davanti al gup, nel processo che si celebra con il rito abbreviato, contro i genitori accusati di maltrattamenti e atti persecutori. Il padre risponde anche di violenza sessuale aggravata.

La ragazza, assistita dall’avvocato Giuseppe Bruno, raggiunta la maggiore età trovò il coraggio di denunciare l’accaduto. Dopo la denuncia presentata nel 2016 la giovane è stata subito trasferita in una comunità protetta.

“Picchiata e stuprata dal padre a 15 anni perché lesbica”, chiesta la condanna dei genitori
„Il difensore degli imputati, l’avvocato Giuseppe Mancuso Marcello, aveva chiarito che “più volte e davanti a diversi giudici è stata confermata la nostra tesi relativa all’inattendibilità della ragazza e l’assenza di elementi certi in relazione alla responsabilità penale dei genitori per i gravissimi fatti di cui sono accusati”.

Follia in famiglia, picchiata e stuprata dal padre a 15 anni perché lesbica
LEGGI COMMENTI

Articoli correlati