Ultimo aggiornamento sabato, 24 Ottobre 2020 - 00:47

Scuole chiuse a Napoli, genitori e bambini protestano contro De Luca: “Non siamo noi il virus”

Cronaca
17 Ottobre 2020 12:10 Di Fabiana Coppola
2'

Sono in tanti i genitori con i bambini che stanno protestando davanti alla sede della Regione. Si tratta della seconda manifestazione contro l’ordinanza emanata dal presidente della Campania, Vincenzo De Luca, che prevede, tra le varie restrizioni, la chiusura delle scuole fino al 30 ottobre e la didattica a distanza. L’ira dei genitori e la tristezza dei bambini si sta facendo sentire con forza e decisione.

I manifestanti si sono riuniti davanti alla sede della Regione, mostrando gli striscioni, al grido di “la scuola non è il virus, la dad non è scuola” e “meno ordinanze e più fatti: sanità, scuola e trasporti per tutti”. I bambini uniti chiedono a gran voce: “aprite le scuole”. In protesta anche i conducenti degli scuolabus, che si sono diretti alla sede di Santa Lucia della Regione Campana per chiedere un aiuto economico.

Tra i messaggi che da ieri circolano sui social e nelle chat tra i genitori anche l’invito ad aderire ad una petizione online, lanciata sulla piattaforma Change.org e indirizzata al ministro dell’Istruzione Lucia Azzolina per chiedere “l’immediata ripresa in presenza delle lezioni scolastiche in Campania”. Sia la ministra che il premier Giuseppe Conte sono in completo disaccordo con le misure attuate dal governatore della Campania. Lo stesso De Luca, venerdì sera, ha fatto un passo indietro aprendo le scuole dell’infanzia, quindi solo per i bambini fino ai 6 anni.

3
Ultimo aggiornamento 12:10
LEGGI COMMENTI

Articoli correlati