Ultimo aggiornamento mercoledì, 30 Settembre 2020 - 20:35

Reddito di cittadinanza a Napoli e Campania, è flop: niente lavoro per chi ha avuto il sussidio

Economia
13 Settembre 2020 12:54 Di redazione
2'

Per moltissimi percettori del Reddito di cittadinanza è in arrivo una brutta sorpresa. La misura di contrasto alla povertà verrà sospesa per un mese ad ottobre, una data che è davvero dietro l’angolo. La stop riguarderà circa 200mila persone a Napoli e provincia mentre per altri circa centomila beneficiari il blocco dell’erogazione avverrà nei mesi successivi.
Non si tratta di una novità assoluta per chi aveva letto il decreto istitutivo della misura, visto che si tratta di una misura a tempo. Ma è il lavoro a non essere mai arrivato in questi diciotto mesi in cui è stato erogato il sussidio. La macchina amministrativa che avrebbe dovuto creare nuova occupazione si è infatti inceppata molto presto e ancora oggi sembra impossibile immaginare che ci possano essere a breve periodo occasioni occupazionali per chi percepisce il reddito di cittadinanza.

In questi mesi, infatti, le offerte di lavoro, dalle quali dovevano scaturire le “condizionalità” che avrebbero obbligato i beneficiari ad accettare almeno una delle tre offerte presentate dai Centri per l’Impiego, pena l’esclusione dal beneficio, non si sono viste. E anche la sottoscrizione del Patto per il lavoro, che doveva essere uno dei punti di forza della misura, è naufragato.

I dati della Campania dimostrano che tutto questo non è avvenuto, così come nel resto d’Italia. Sui 335mila beneficiari, che avrebbero dovuto essere indirizzati verso un percorso lavorativo, i convocati dai Cpi sono stati 130mila. E, tra questi, solo 72mila si sono presentati ai colloqui. Mentre i Patti per il lavoro sottoscritti superano di poco le 50mila unità.

Reddito di cittadinanza a Napoli e Campania, è flop: niente lavoro per chi ha avuto il sussidio

fonte, Il Mattino

LEGGI COMMENTI

Articoli correlati